La grande estate dei giganti del mare

Nel 2005 oltre 14 milioni di passeggeri

Stefano Passaquindici

Boom delle crociere: più di 13,4 milioni di passeggeri sono stati in crociera nel 2005. Navi sempre più grandi e lussuose incoraggiano l'utente, e la previsione di quasi 30 nuove unità in consegna entro il 2008 è il segno evidente del forte sviluppo e dell'interesse delle compagnie di navigazione. Il mercato in Europa ha potenzialità enormi e anche molti porti, soprattutto italiani, stanno potenziando le loro strutture per accogliere più navi contemporaneamente. Secondo un recente rapporto della Cemar - gruppo che rappresenta alcune fra le principali società di navigazione del mondo - saranno circa 5.830.000 i passeggeri movimentati nei porti italiani nel 2006 (il 2005 si è chiuso con 5.052.750 unità). Inoltre la movimentazione dei crocieristi durante il periodo invernale negli ultimi dieci anni si è quadruplicata superando il milione e mezzo nel 2005. L'Italia si riconferma così la prima destinazione crocieristica del Mediterraneo come numero totale di passeggeri movimentati davanti alla Spagna (3.500.000), mentre Civitavecchia con 1.200.000 crocieristi previsti si avvicina minacciosa nella classifica dei porti mediterranei a Barcellona (1.200.000 passeggeri nel 2005 e 1.400.000 previsti nel 2006). Secondo le previsioni di Sergio Senesi, presidente della Cemar, anche per il 2006, ci sarà un forte incremento di passeggeri (+15,4% sull’anno precedente).
«È un dato molto importante che si evidenzia dopo un’attenta analisi degli sviluppi del mercato nel Mediterraneo - dice Senesi - considerando tutti i fattori e dopo aver intervistato 56 compagnie di navigazione abbiamo rilevato un aumento della ricettività attraverso navi molto grandi, con una capienza superiore alla media». Con tre importanti novità: protagonista assoluta dei record 2006 si profila la Royal Caribbean Cruise Line - società con 28 navi operative e 3 in costruzione; 160 itinerari in catalogo; 5 miliardi di dollari di fatturato e 3 milioni di ospiti all'anno - che a maggio inaugurerà la Freedom of the Seas (160mila tonnellate), la nave più grande del mondo; a bordo anche una megapiscina con onda artificiale.
A maggio, per la prima volta in Mediterraneo, Voyager of the Seas (142mila tonnellate), la nave più grande in partenza regolare dall'Italia (Civitavecchia, da luglio). Tra le curiosità a bordo la prima parete di freeclimbing; la Royal Promenade, galleria lunga più di un campo da calcio e alta 4 piani; la pista di pattinaggio su ghiaccio. Royal Caribbean annuncia anche Progetto Genesis, un investimento di 900 milioni di euro per la nave più grande e all'avanguardia di tutti i tempi e l'ordine di maggior valore mai effettuato nella navigazione commerciale, per 220mila tonnellate di stazza, 5.400 passeggeri e futuristiche soluzioni tecnologiche.
Anche Costa Crociere - che ha già raggiunto il 100% delle prenotazioni per il periodo aprile-giugno - rafforza la sua presenza in Mediterraneo con la nuova Costa Concordia, la più grande nave da crociera italiana ed europea. Entrerà in servizio in luglio. Attualmente in fase di allestimento presso lo stabilimento Fincantieri di Genova, Costa Concordia (112mila tonnellate e 3.780 passeggeri) è la prima di tre navi gemelle, 1,5 miliardi di euro di investimento complessivo, che entreranno in servizio entro il 2009.