Grecia, studente spara sui compagni e si uccide

Follia in Grecia. Uno studente di 19 anni, armato di coltello e pistola, ha aperto il fuoco contro i suoi compagni poi ha rivolto l’arma alla testa e si è ucciso in un college di Atene<br />

Atene - Follia in Grecia. Uno studente di 19 anni, armato di coltello e pistola, ha aperto il fuoco contro i suoi compagni poi ha rivolto l’arma alla testa e si è ucciso in un college di Atene. Un giovane di 18 anni è rimasto gravemente ferito, altre due persone sono state ricoverate con ferite più lievi. Il ragazzo, figlio di immigranti provenienti dall’Abkhazia, ha lasciato un biglietto nel quale spiegava di essere stufo delle angherie subite dai compagni.

Vendetta nel college "Ha lasciato un biglietto nel quale diceva di non farcela più a sopportare", ha detto il portavoce della polizia Panayiotis Stathis, "sembra che la motivazione fosse la vendetta". La sparatoria è avvenuta questa mattina poco dopo l’inizio delle lezioni. Il ragazzo è entrato nel cortile dove ha sparato quattro volte consecutive contro il compagno. Poi è uscito in strada e ha colpito altri due uomini, prima di uccidersi. In Grecia si sono verificati negli anni passati alcuni episodi di violenza nelle scuole, ma sempre con armi da taglio , mai con armi automatiche.