Grillini sbancati

Cinque Stelle e Lega salvano la banca Carige, amica di Grillo e del premier

Il governo salva banca Carige, storico istituto di Genova, dal fallimento ipotecando un bel po' di soldi pubblici, «nostri miliardi» come urlarono scandalizzati Di Maio e Di Battista - insieme a Salvini - dai banchi dell'opposizione quando Renzi salvò Montepaschi e - in parte - Etruria. Di Maio e Di Battista hanno fatto, probabilmente saggiamente guidati da qualcuno che di economia se ne intende, tipo il ministro Tria, una cosa giusta (come all'epoca la fece Renzi), l'unica possibile per evitare un effetto a catena - il cosiddetto contagio - che avrebbe potuto trascinare nel baratro tutto il sistema, e non mi riferisco soltanto a quello italiano. Lo scandalo non è questo (i soldi delle banche sono nostri, non dei banchieri, e quindi vanno tutelati) ma l'avere insultato e minacciato chi in passato fece la stessa cosa, soprattutto l'avere promesso durante la campagna elettorale in tutte le salse che mai e poi mai un solo euro pubblico sarebbe stato speso in soccorso a banchieri scellerati.

Quello del «a morte le banche» fu uno dei tanti impegni stupidi di questi imbroglioni che per odio, frustrazione e ignoranza, fecero breccia in una larga fetta dell'elettorato. Di Maio e Di Battista hanno fatto credere che in mano loro gli asini avrebbero potuto volare, cioè che le banche potevano tranquillamente fallire, che una delle più grandi acciaierie d'Europa, l'Ilva, poteva essere chiusa in nome di un falso ambientalismo, l'oleodotto pugliese stoppato, sospese le trivellazioni del petrolio, chiusi i cantieri delle grandi opere, bilanci in debito che dell'Europa chi se ne frega, sconfitta la povertà.

Uno dopo l'altro i Cinquestelle si sono dovuti rimangiare tutto, e lo stanno facendo con una faccia di tolla impressionante e conflitti di interesse (Conte e Grillo in qualche modo sono collegati a Carige) non inferiori a quelli contestati al governo Renzi sul caso Boschi-Etruria. Certo è che questo governo sta vivendo sulla sua pelle la legge del contrappasso. Matteo Salvini, approvando il reddito di cittadinanza, sta per dare il suo via libera a stipendiare oltre duecentomila immigrati e il duo Di Maio-Di Battista, feroci antibanche, stanno salvando con soldi pubblici una banca «amica». Ma purtroppo nel Paese c'è ancora tanta gente che crede che gli «asini volano». Beati loro ma poveri noi.

Commenti
Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 09/01/2019 - 16:45

Direttore, scaricare tutto sui 5* non e` intellettualmente onesto da parte sua. Il Governo comprende la Lega, con Salvini che mette bocca anche sul numero massimo di cozze da allevare nei nostri mari. Le ricordo anche che Salvini stesso sbraitava nel 2017 contro MPS. LEGGA, PREGO: #Salvini: #MPS ha bruciato 40 MILIARDI, banca sopravvissuta a tutto tranne alla gestione del Partito Democratico. #Piazzapulita" 9:25 PM - 16 Feb 2017. Evidentemente il suo GIORNALE-PRAVDA non si smentisce mai, omette e disinforma. Salvini esulta: "ABBIAMO UN GIORNALE!"

rokko

Mer, 09/01/2019 - 17:28

Sono d'accordo con pravda99. Oltre a questo, si noti quanto sia beffardo il destino: nel 2017, da poco insediato Gentiloni, i grillini ed i leghisti tiravano bordate contro il fondo salvabanche istituito dallo stesso governo Gentiloni, con 20 miliardi dentro (ricordo ancora oggi, si parlava di dare soldi agli "amici banchieri del pd"). Oggi, nel 2019, un anno e mezzo dopo, grillini e leghisti possono salvare una banca attingendo risorse proprio a quel fondo (se avessimo dovuto aspettare di istituirne uno nuovo, con i tempi che corrono, campa cavallo). O stanno regalando anche loro soldi agli amici, o sono scemi, o più probabile ancora, pensano che noi siamo scemi.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 09/01/2019 - 18:49

rokko - O tutte e tre...

Ritratto di cebalive

cebalive

Gio, 10/01/2019 - 03:54

Indro Montanelli si rivolta senza pace nella tomba nel leggerla

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Gio, 10/01/2019 - 07:30

Il sistema ordinamentale bancario e delle assicurazioni è costruito ad hoc attorno alla particolare funzione economica-sociale delle due imprese. Si dovrebbe imparare ad analizzare oggettivamente e scientificamente una situazione per individuare i necessari interventi. I riferimenti storici sono altra cosa, magari da far valere in altra sede e per altri fini, onde non interferire nella cura dell'attuale.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 10/01/2019 - 10:43

Perchè solo grillini sbancati?Anche la Lega ha detto paro paro le stesse cose nei mesi e negli anni scorsi accusando i precedenti governi, per cui sarebbe eventualmente corretto titolare "GrilloLeghisti sbancati".

ROBYLO

Gio, 10/01/2019 - 13:43

Credo che l'essenza di questo articolo non sia tanto un esame approfondito dei provvedimenti presi a tutela dei correntisti di una banca in difficolta' che vanno comunque protetti. Poi si vedra' quali sono le responsabilita' degli amministratori. Lo e' invece il punto che ancora una volta evidenzia ampie distanze tra quello che era stato annunciato (pro elezione) e quello che e' stato fatto.

Guido_

Gio, 10/01/2019 - 14:36

Che infimo livello di propaganda politica.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 10/01/2019 - 15:53

Il ridotto numero di commenti a questo "Editoriale" del "Direttore" la dice lunga sull'appeal che le tesi del buon Sallusti riescono ancora ad avere. La gente un po' di memoria ce l'ha e quindi ricorda benissimo che al coro dei contrari al salvataggio delle banche, il nuovo idolo felpato del "nostro" non ha mai mancato di unire le sue urla. Non sfugga poi che la banca su cui si vuole intervenire e i relativi clienti non è che siano radicati proprio dalle parti di Pomigliano d'Arco eh? Quindi il giochetto di buttare la palla nel campo giallo le è miseramente sfuggito di mano caro "Direttore"

INGVDI

Gio, 10/01/2019 - 16:04

Nazionalizzare una banca? Rientra nella logica marxista dei 5s e alla quale aderisce i traditore dei principi liberali (nonché dei suoi elettori) Salvini.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 10/01/2019 - 17:38

@El Presidente. Probabilmente perchè c'è l'invasione di de.menti sinistri che non potendo andar al centro sociale per accogliere i clandestini, si riversano su questo giornale a sparare minchiate. Non ti riconosci? Visto che gli stessi si stanno estinguendo in Italia, stupisce che la quasi totalità si riversino qui.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 10/01/2019 - 18:59

si poveri noi! dovremmo isolare ed emarginare ferocemente tutti quelli che votano per il PD-LEGA-M5S-LEU !!! non posso credere che l'italia sia caduta cosi in basso per la vergogna per colpa di certi babbei come di maio-di battista-salvini-mattarella ecc

Ritratto di venanziolupo

venanziolupo

Gio, 10/01/2019 - 20:04

MANCA la perla di saggezza di elpirl .....

INGVDI

Ven, 11/01/2019 - 07:55

Grazie Salvini per tutte le promesse non mantenute. Grazie Salvini per l'aumento delle tasse. Grazie Salvini per il blocco delle opere grandi e piccole compresa la Pedemontana. Grazie Salvini per la promozione del parassitismo e del lavoro nero con il reddito di cittadinanza. Grazie Salvini per aver "sposato" i 5s con la loro dote di comunismo. Grazie Salvini per aver tradito Lega e gente del nord. Grazie ancora.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 11/01/2019 - 10:22

@Leonida55 " ..... Non ti riconosci?" No, francamente no, non votando a sinistra da lustri. Però l'ipocrisia non è patrimonio né di destra né di sinistra e quando vedo "dimenticanze" come questa la manina la alzo non concedendo sconti a nessuno in nome di una "fede" vera o presunta. Eppoi cosa centrino i migranti col salvataggio delle banche può trovare spiegazione solo in una mente tanto confusa come la sua ...

Michele Calò

Ven, 11/01/2019 - 10:49

Come facilmente prevedibile questo governo gialloverde pus sta mostrando le piu' profonde incompatibilita' di una alleanza contro natura nata solo per amore della poltrona piu' che dalla volonta' di tutelare gli interessi italiani. Nulla di strano in politica, solo che l'imbecillita' grullina, forte dei numeri parlamentari, sta prevalendo non solo sul buon senso ma anche sulla logica minima della nonna che, ancorché illetterata, sa bene che deve far quadrare i conti per arrivare alla fine del mese e non puo' far segnare al salumaio oltre un certo limite. Se Sallusti scrive un editoriale come questo fa solo il suo mestiere e segue le indicazioni dell'editore ma certamente non scrive il falso. Che poi venga criticato da chi ha tifato la feccia delle zecche cattocomuniste senza senso del ridicolo è solo la dimostrazione della malafede dei cialtroni italioti trinariciuti in servizio permanente effettivo. Puah!!!