Guida a eventi, concerti e mercatini

Mostre d’arte, concerti, mosaici e mercatini, presepi viventi e galleggianti, degustazioni di prodotti tipici. L’iniziativa Merrychristm...art, messa in campo dall’Unione delle Città d’Arte dell’Emilia Romagna, oltre a essere un'occasione irripetibile per trascorrere delle piacevoli giornate in alcune delle più belle città italiane, ricche d’arte e cultura, rappresenta anche l'opportunità di scoprire una terra ospitale e generosa sotto il profilo della tradizione. Ma vediamo, nel dettaglio, un "assaggio" delle iniziative nelle varie città.

Bologna: al Museo Civico Archeologico, si può visitare la prima monografica mai allestita in Italia su Annibale Carracci (1560–1609), il più geniale dei fratelli pittori.

Piacenza: da non perdere la mostra "Viaggio nell’Anima del ‘900", a Palazzo Farnese, prima uscita in pubblico di una selezione della vasta collezione privata Mazzolini, una tra le più importanti raccolte d’Italia (872 quadri e 27 sculture di tutti i più grandi nomi del Novecento, da Giorgio De Chirico a Lucio Fontana).

Parma: al Palazzo della Pilotta si possono apprezzare gli allestimenti multimediali della mostra "Vivere il Medioevo" (che celebra i 900 anni della dedicazione della Cattedrale). E' possibile assistere alle lotte tra diverse fazioni e partecipare alla Festa di Pentecoste tra centinaia di fiammelle.

Reggio Emilia: da non perdere la mostra a Palazzo Magnani su Alberto Magnelli (1888-1971), considerato un artista di assoluto primo piano, sia nel periodo figurativo che in quello astratto, poco conosciuto dal grande pubblico solo perché visse a lungo in Francia.

Modena: assieme a "Romanica", mostra dedicata all’arte e liturgia ai tempi di Matilde di Canossa e San Geminiano, ospitata nel candido Duomo di Modena, (capolavoro romanico riconosciuto dall’Unesco), si può visitare una tipica acetaia, dove assistere alla preparazione del celebre Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, per poi degustarlo, oppure optare per una cena a base di specialità tipiche modenesi.

Ferrara: gli splendidi dipinti dell’antologica dedicata ad Andrè Derain (1880-1954), pioniere delle più audaci avanguardie artistiche del primo Novecento, si possono ammirare nel meraviglioso Palazzo dei Diamanti. Ovviamente non possono mancare le biciclette, a disposizione per andare alla scoperta del centro storico ferrarese.

Ravenna: ben otto monumenti e mosaici paleocristiani, nominati Patrimonio dell’Umanità, attendono i visitatori.

Faenza: si possono ammirare, al Museo internazionale della ceramica, le splendide collezioni di maioliche del Museo Petit Palais di Parigi e partecipare alla "Nott de Bisò". Questa originale manifestazione coinvolge, la notte del 5 gennaio, i cinque rioni cittadini e si svolge nella scenografica piazza del Popolo, dove si può gustare il bisò (vino brulè) nei tipici gotti in ceramica.

Forlì-Cesena: molto interessante il tour dei presepi, da quello meccanico di Predappio, ambientato sotto terra in un ex miniera di zolfo, a quello galleggiante di Cesenatico, che spunta dall’acqua nel porto progettato da Leonardo da Vinci.

Rimini: la mitica spiaggia romagnola è scenario di due eventi imperdibili. L’opera d’arte, intitolata "Amare", di Michelangelo Pistoletto, realizzata appositamente per Rimini sul suo arenile e il presepe di sabbia più grande d'Italia, creato da uno dei maestri italiani di questa tecnica, Antonio Molin. Rimini si conferma anche "città dei bambini", con moltissime iniziative loro dedicate a ingresso gratuito.