Ha sei anni il più piccolo romanziere del mondo

Un bambino che vive a Zug in Svizzera, Christopher Beale, si è guadagnato un posticino nel Guinness dei primati per un eccezionale exploit letterario: all'età di sei anni e 118 giorni ha terminato di scrivere l'anno scorso il suo primo «romanzo», d’imminente pubblicazione in Gran Bretagna.
Il «romanzo» consiste in 1.500 parole divise in cinque capitoli, si intitola This and Last Season's Excursions e racconta di un bambino che assieme agli animali di peluche preferiti combatte i leoni, salva le civette e va alla ricerca di una misteriosa città. Secondo il quotidiano Independent il piccolo Christopher parla inglese e italiano, è figlio di uno scrittore professionista di 38 anni, Theodore Beale, autore di romanzi fantasy, e ha battuto il primato mondiale stabilito da un bambino brasiliano che nel 2003 terminò il primo romanzo a 6 anni e 160 giorni (è di una bimba di 4 anni invece il titolo di più giovane scrittrice del pianeta: nel 1964 pubblicò a Washington un libro intitolato How the World Began).
Il libro di Christopher sarà pubblicato da una casa editrice scozzese, la Aultbea Publishing di Inverness, che ne ha fissato il lancio a Londra per il 25 novembre. «Non sapevo - ha detto il padre di Christopher all’Independent - che stesse scrivendo un libro. Un giorno è venuto nel mio ufficio e mi ha chiesto se volevo leggerlo. L'idea gli è venuta dalle storie che racconta alle sorelline più piccole, Elizabeth di cinque anni e Victoria di tre».