Hacker di Anonymous attaccano pure la CiaOscurato il sito web

Dopo l'attacco al sito del ministero della Giustizia e all'Fbi, gli hacker di Anonymous oscurano per oltre un'ora il sito web dell'agenzia americana di intelligence

Gli hacker di Anonymous hanno fregato persino la Cia. Come un blog qualunque, il sito dell'agenzia americana di intelligence è stato oscurato per oltre un'ora in seguito a un attacco informatico rivendicato e firmato Anonymous su Twitter.

Infatti il sito di hacker, parafrasando il gergo militare Nato "Tango down", usato quando un obiettivo viene distrutto, ha cinguettato: "Cia Tango down".

Il mese scorso Anonymous aveva sferrato un altro attacco, disattivando il sito del ministero della giustizia americano e dell’Fbi, a seguito della chiusura di MegaUpload, il sito per scaricare file audio e video, accusato di pirateria.

Adesso è toccato anche al sito della Central Intelligence Agency guidata dal generale David Petraeus. Nel pomeriggio di ieri il sito cia.gov risultava "inaccessibile". E, interpellato dall’Afp, un portavoce della Cia si era limitato a rispondere: "Queste informazioni sono allo studio".