Hollande risponde alle accuse: "Non dimentico da dove vengo"

Il capo dell'Eliseo si difende dall'attacco dell'ex compagna Trierweiler, secondo la quale il presidente francese chiamerebbe "sdentati" i poveri

"Non ho dimenticato chi sono né da dove vengo" e quello che è stato scritto "è una bugia che mi ha ferito". Risponde così François Hollande alle polemiche scaturite dopo l'uscita del libro dell'ex compagna Valérie TrierweilerL'intervista è stata rilasciata in esclusiva al settimanale Nouvel Observateur.

Il capo dell'Eliseo respinge l'accusa secondo cui disprezzerebbe i poveri, arrivando a chiamarli "sdentati". "Questo attacco sui poveri, sugli indigenti, l'ho vissuto come un colpo contro tutta la mia vita. Durante tutti i miei incarichi - ha aggiunto - non ho pensato che ad aiutare, a rappresentare chi soffre. Ho incontrato persone nelle difficoltà peggiori, consumate dalla vita. Non ce la facevano a curarsi i denti. È il segno della miseria peggiore. Con queste persone sono stato a contatto, le ho aiutate, sostenute". Hollande, dunque, prende le distanze dalle accuse arrivate dall'ex compagna. E nel difendersi non si scompone: "Quello che vedo non è bello, ma che volete? Che vada a lamentarmi della mia sorte di fronte ai francesi? Loro si aspettano altro da me, vogliono dei risultati, i miei sentimenti non gli interessano e hanno ragione".

Intanto il libro della Trierweiler, "Grazie per questo momento", ha già battuto i record di vendita. In soli 4 giorni, infatti, sono state vendute 145.000 copie. "Il libro - fa sapere la casa editrice Les Arènes - è già in ristampa con 270.00 esemplari, corrispondenti al numero delle richieste dei librai e il totale adesso è di 470.000 copie". E la popolarità di Hollande continua a precipitare, probabilmente anche a causa dell'uscita del libro. In un mese, secondo un sondaggio realizzato dall'Ifop per Paris Match, il capo dell'Eliseo ha perso altri 10 punti percentuali ed è arrivato al 25% di popolarità.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 10/09/2014 - 13:03

Il quaraquaquà dell'Eliseo d'abitudine si inchina a 90 gradi con l'uomo nero nella casa bianca. Poi per rifarsi della perdita d'autostima azzanna i poveri "sdentati" mentre pratica il liberamorismo d'alto bordo. Egli è frustrato perché dipende dai telefoni spiati dall'uomo nero.

Iacobellig

Mer, 10/09/2014 - 13:25

spero che Hollande non dia retta a quel che racconta la sua ex, lo fa solo per visibilità e, come tutte le donne, per spirito di vendetta. La sua ex ha avuto quel che si MERITAVA! Da non dimenticare l'animo di questa Valéri quando si è scagliata contro il collega giornalista una volta acquisita l'arroganza della prima donna ( si fa per dire), termine tuttavia non appropriato. Bene Hollande!

beowulfagate

Mer, 10/09/2014 - 13:29

Ricordati anche dove devi andare.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 10/09/2014 - 15:54

La Trielweiler della Francia, mise a nudo la sua pancia, mentre il presidente Hollande, si calava le mutande.