Honduras: L'ex presidente Zelaya accusato di corruzione

La Procura generale chiede il suo arresto per corruzione. Avrebbe sottratto alle casse dello Stato 1,5 milioni di dollari

L'Honduras sta tornando alla normalità, ma le difficoltà non sono ancora completamente alle spalle. Ora, nel mirino della procura generale di Tegucigalpa entra l'ex presidente Manuel Zelaya, democraticamente eletto e poi deposto con un golpe. La magistratura chiede l'arresto dell'ex capo dello Stato accusato, insieme ad altri quattro funzionari, di corruzione. Zelaya avrebbe sottratto alle casse dello Stato 1,5 milioni di dollari nel 2008. La somma sarebbe poi stata trasferita alla Presidenza della repubblica. L'inchiesta coinvolge anche gli ex ministri Enrique Flores Lanza (Presidenza) e Rebeca Santos (Finanze). Insomma, la situazione nel Paese non è ancora del tutto chiara. Zelaya, dopo essere stato deposto ed espulso dall'Honduras, era rientrato fortunosamente e si era barricato dentro l'ambasciata brasiliana. Alla fine, l'Honduras è tornato alla democrazia con l'elezione di Porfirio Lobo Sosa. E Zelaya ha trovato riparo all'estero. Attualmente è ospitato dal presidented ella Repubblica Dominicana Leonel Fernandez.