Host, numeri record con oltre 1800 aziende per l'edizione 2017

A meno di cinque mesi dall'inaugurazione superate dell'11,4% le presenze di espositori rispetto al 2015 dell'International Hospitality Exhibition che si terrà nel polo di Fiera Milano dal 20 al 24 ottobre. Ospitalità italiana in primo piano e 55 Paesi esteri presenti, più di 1500 buyer stranieri selezionati

Numeri in crescita a poco meno di cinque mesi all’inaugurazione Host Milano 2017, la manifestazione leader mondiale nel settore dell’ospitalità professionale che si terrà nel polo espositivo di Fiera Milano da venerdì 20 a martedì 24 ottobre. Edizione da record per l’International Hospitality Exhibition da 40 edizioni punto di riferimento sempre più forte per l’ho.re.ca. il foodservice, il retail, la grande distribuzione organizzata e l’hôtellerie. Sono infatti già 1.824 le aziende che hanno confermato la propria presenza: di queste 1.092 sono italiane (59,9%) e 732 estere (40,1%). In generale, a livello espositivo, il macrosettore Ristorazione professionale e Pane Pizza Pasta pesa per il 45,7% con 729 espositori seguito da Caffe Tea - Bar Macchine Caffè Vending - Gelato Pasticceria (36,5%),Arredo e Tavola (17,8%).

“Abbiamo registrato un incremento dell’ 11,4% rispetto alla stessa data del 2015. Numeri che confermano la centralità di Host nel panorama fieristico internazionale - commenta Simona Greco, Direttore Art, Fashion, Hospitality & Travel Exhibitions di Fiera Milano – e fanno ben sperare nella riuscita di questa edizione davvero speciale. I produttori italiani e internazionali trovano infatti in Host il marketplace perfetto dove presentare le innovazioni tecnologiche e i trend dell’ospitalità, questo anche grazie allo scouting continuo che Fiera Milano adotta per selezionare buyer di altissimo profilo: quest’anno saranno oltre 1.500 provenienti da tutti i Continenti”.
Buyer selezionati in collaborazione con Ita - Italian Trade Agency che arriveranno da Europa (10%), Mediterraneo e Sudafrica (7%), Medio Oriente (15%), Nord America (23%), Centro e Sud America (8%), Russia (18%), Asia e Oceania (19%). E troveranno in fiera - come sottolinea Simona Greco - molte novità e tanti eventi speciali che arricchiscono la grande piattaforma di business che si consolida edizione dopo edizione.

Ed è sempre più internazionale come testimoniano le aziende espositrici provenienti da 55 Paesi con otto new entry - Bielorussia, Egitto, Liechtenstein, Nuova Zelanda, Serbia, Sud Africa, Sri Lanka, Ucraina - oltre al ritorno del Canada dopo la partecipazione all’edizione 2011. Il Continente con più presenze - escluse quelle dell’Italia - è l’Europa (73,5%) mentre i Paesi più rappresentati sono Germania, Spagna e Francia, subito seguite da Usa, Regno Unito, Svizzera, Grecia, Olanda, Portogallo, Austria.

Non solo business, però, ma anche formazione e informazione sempre più centrali nella manifestazione. Così sono in calendario meeting professionali, workshop, incontri di formazione, tavole rotonde e show-cooking. Tutti supervisionati da Host, lcentinaia di eventi per i visitatori che avranno così la possibilità di essere aggiornati sulla stato dell’arte delle filiere, sulle novità e i trend.
Da segnalare Exihs che valorizzerà la tradizione millenaria dell'ospitalità italiana nello spazio-concept firmato dall'architetto Dante O. Benini realizzato in partnership con Davide Rampello: un grande cubo, che ripercorre la storia dell’accoglienza attraverso l’uso delle superfici e della materia. Accanto, una lounge con una grande parete di fondo ospiterà i prodotti base dell’agricoltura e della cucina italiana.

Nella ristorazione, Apci, l’Associazione Professionale Cuochi Italiani, con il progetto di formazione Obiettivo Apprendistato, porterà in fiera i più talentuosi giovani usciti dalle scuole professionali, selezionati in un lungo percorso. Lo spazio Identità Future, organizzato in collaborazione con Identità Golose, vedrà gli chef cimentarsi in avvincenti show cooking dove saranno presentate le ultime frontiere dell’haute cuisine. Spazio anche per le finali dei campionati mondiali Cake Designers World Championship e World Trophy of Pastry, Ice Cream and Chocolate in collaborazione con Fipgc, la Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria.

Altoga, l'Associazione Lombarda Torrefattori e Importatori di Caffè e Grossisti Alimentari e Fipe daranno vita a Caffè e…, evento interamente dedicato al mondo del caffè. Che sarà al centro, il 21 e 22 ottobre, del Gran Premio della Caffetteria Italiana organizzato da Aicaf, Accademia Italiana Maestri del caffè e, per le finali, sostenuto da Altoga per promuovere la professionalità e i prodotti made in Italy. Tra formazione ed entertainment il palinsesto concepito da Mixer con Planet One: a HostMilano sveleranno le magie della mixability con laboratori professionali e Food Show, alla scoperta di erbe naturali e piante officinali.

Da sottolineare infine l’importanza di una serie di accordi e intese con le grandi associazioni di settore internazionali, in particolare con le aree di mercato target dell’edizione 2017: Stati Uniti, Canada e Medio Oriente, in gradi attrarre nuovi visitatori. Per l’America del Nord, dopo aver ottenuto la prestigiosa certificazione del Commercial Service del Department of Commerce Usa che autorizza la presenza ufficiale ad HostMilano del Paese, la fiera ha siglato partnership con importanti realtà come Asid, American Society of Interior Designers; Idc, Interior Designers of Canada; Ishp - International Society of Hospitality Purchasers; Newh The Hospitality Industry Network, Bac - Baking Association of Canada;e Nyc Hospitality Aliance. Firme, che si aggiungono a quelle con Feda - Foodservice Equipment Distributors Association; Ocsa - Ontario Convenience Stores Association, Wcsa - Western Convenience Stores Association e Restaurants Canada.

L’ultima intesa è stata quella firmata con Ceda, Catering Equipment Distributors Association, che comprende quasi 100 distributori di prodotti e servizi per la ristorazione del Regno Unito. Nello stesso settore opera poi la spagnola Afehc, Asociación de Fabricantes Españoles Exportadores de Equipamientos para Hostelería y Colectividades, mentre continua la collaborazione con due enti che da tempo hanno un loro ruolo attivo nella manifestazione milanese: Fcsi - Foodservice Consultants Society International, che riunisce professionisti specializzati nell’offerta di servizi di consulenza nell’industria della ristorazione e dell’ospitalità in tutto il mondo e Sca, Specialty Coffee Association, che da gennaio 2017 riunisce Scaa, the Specialty Coffee Association of America e Scae, the Specialty Coffee Association of Europe.

Tutte le informazioni su www.host.fieramilano.it