HP insieme alle Pmi per aiutarle a crescere

HP affianca le piccole e medie imprese nella scelta delle soluzioni informatiche più adatte alle proprie esigenze e le aiuta a trovare le risorse finanziarie necessarie. Secondo i dati Istat, le Pmi in Italia sono circa 4,5 milioni e contano fino a 500 dipendenti ciascuna. Industria, commercio e servizi sono i comparti in cui si concentra il più alto numero di realtà imprenditoriali. Ed è proprio in queste macroaree economiche che si sta giocando la carta della competitività del Sistema Paese.
La tecnologia può costituire un elemento di vantaggio competitivo per le aziende di piccole e medie dimensioni, soprattutto dal punto di vista del miglioramento dell’efficienza dei processi interni e della gestione dei rapporti con clienti e fornitori.
Le soluzioni HP semplificano i processi decisionali e quelli relativi al sistema informatico, in modo tale che l’azienda possa concentrarsi sul suo core business. Quindi HP si occupa di fornire tutto il necessario per mettere in piedi, da zero, il parco hardware e software: computer, server, sistemi di archiviazione, dispositivi di rete, soluzioni di stampa e gestione documentale, software e servizi.
Tutto questo costa, naturalmente, e spesso proprio l’accesso al credito da parte delle Pmi costituisce un freno nella scelta dell’allocazione delle risorse, sempre più scarse. E l’investimento in tecnologia viene ancora avvertito come un costo, non come uno strumento di competitività. Per far fronte a questo problema HP, Intel e Microsoft hanno siglato a livello europeo un accordo per lo sviluppo del programma «European Union Grants Advisor», con l’obiettivo di facilitare l’accesso ai fondi stanziati dall’Ue per le Pmi, comprese le opportunità finanziarie rese disponibili dagli Stati membri a livello centrale, regionale o locale. In Italia, HP, Intel e Microsoft hanno inserito e ampliato le attività previste dall’iniziativa europea all’interno del programma «Innovazione e Finanziamenti», che prevede una serie di attività ad hoc sviluppate sulla base delle caratteristiche e delle esigenze delle Pmi italiane. Una delle prime iniziative è la creazione di un portale dedicato, accessibile dai siti web delle tre società, dove gli imprenditori possono reperire informazioni aggiornate sui finanziamenti disponibili a livello europeo, nazionale e regionale. Viene inoltre messa disposizione la consulenza gratuita di partner qualificati per capire le esigenze di ogni singola realtà e indirizzarla nella scelta del finanziamento più adatto.
L’impresa viene quindi seguita passo dopo passo in tutto l’iter per la richiesta di finanziamento alla Commissione Ue o agli Enti nazionali preposti, dalla definizione del progetto alla presentazione della proposta. Anche per chi ha già un sistema It e decide di passare ad HP, sono previsti sconti e agevolazioni. Infatti HP valuta il parco hardware usato, lo ritira e lo sostituisce con le nuove macchine HP. Cliccando su www.hp.com/it/trade_in i futuri clienti possono conoscere in dettaglio i termini del programma e calcolare online il rimborso proposto da HP per ciascun dispositivo dismesso. Il cliente, poi, si reca dal rivenditore autorizzato di fiducia per scegliere il nuovo hardware. L’usato, su richiesta, può essere ritirato direttamente presso la propria sede. Per l’assistenza post vendita HP ha sviluppato un programma di certificazione dei propri partner, il Preferred Partner Program, che aiuta i clienti nella scelta del punto di assistenza specializzato nelle soluzioni HP. Ogni partner ha nel proprio organico professionisti certificati HP, che hanno le competenze e l’esperienza necessarie a progettare, sviluppare, gestire e supportare le soluzioni HP, indicando di volta in volta le soluzioni più adatte a ogni singola realtà.
Ogni anno il partner deve rinnovare la certificazione, a garanzia dell’aggiornamento tecnologico sulle novità HP. E ogni tecnico può decidere di specializzarsi in una soluzione specifica, sia essa relativa al settore archiviazione, al settore stampa, all’allestimento del parco computer o all’ambito mobility (soluzioni studiate per lavorare anche fuori ufficio). I partner, quindi, hanno il compito di seguire il cliente nella scelta della tecnologia più efficace, semplificando l’acquisto e la gestione del sistema It.