Hp, si dimette l'ad: accusato di molestie sessuali

Mark Hurd, da cinque anni a capo di del colosso nella produzione di computer e stampanti, si è dimesso ieri a seguito dell'accusa di molestie sessuali di un ex collaboratore della società. Al suo posto nominato a.d. a interim il direttore finanziario Cathie Lesjac

New York - Si è dimesso ieri Mark Hurd, 53 anni, da cinque anni amministratore delegato del colosso nella produzione di computer e stampantidi Hewlett Packard. La decisione è stata comunicata ieri dalla società in seguito a un’accusa di molestie sessuali a carico di Hurd da parte di un ex appaltatore della società. Hp ha detto che l'a.d. ha deciso di andarsene dopo un’indagine interna. Secondo la società non è stata violata la politica di ’sexual harassment’ della società, ma "non sono state rispettati gli standard di comportamento nelle relazioni d’affari". Per Hp è un brutto colpo perché è stato proprio Hurd a risollevare le sorti del gigante della Silicon Valley dopo una serie di anni difficili. Al posto di Hurd il colosso tecnologico ha nominato il direttore finanziario Cathie Lesjack amministratore delegato ad interim. Hp ha detto di aver avviato la ricerca di un nuovo ad. Lesjak, con 24 anni di esperienza nell’azienda, continuerà a mantenere il suo ruolo di direttore finanziario.