Per i bimbi un luglio ricco di occasioni

Ludoteche, laboratori, spettacoli e letture: a scuole finite, Roma diventa «a misura di bambino», con una serie di proposte ad hoc per i più piccoli. Si comincia alla Casina di Raffaello, a Villa Borghese, che, fino al 31 luglio, ospita l’annuale appuntamento con «Wonderland. La Tribù dei lettori». I tepee indiani del giardino diventano teatro di letture animate, laboratori musicali o di illustrazione, incontri con autori, ovviamente, per un pubblico di baby-lettori, da tre a dieci anni. Novità di questa edizione sono i pic-nic letterari per la famiglia: a genitori e figli viene fornito un cestino con libri e prodotti bio per fare merenda sul prato. L'ingresso alla manifestazione è gratuito fino a esaurimento posti. Scienza, vita e evoluzione umana sono gli argomenti trattati al museo civico di Zoologia fino al 25 luglio, tra esperimenti, drammatizzazioni e realizzazione di oggetti. Di museo in museo. Sono manuali, multimediali e di robotica i laboratori del campus estivo organizzato, ogni settimana, dal lunedì al venerdì, al museo Explora, che propone pure tornei all’aperto, giochi musicali e animazione in inglese con insegnanti madrelingua. Previste gite in parchi, musei e ville. Tra le mete, il Bioparco e il teatro San Carlino, che, a loro volta, dedicano grande attenzione ai piccoli. Il Bioparco è cuore del Centro Estivo di Villa Borghese per bimbi tra quattro e dodici anni. Le giornate corrono veloci tra laboratori creativi, teatrali, scientifici e manuali all’insegna dei «cinque sensi», che includono lo studio del comportamento degli animali sotto la guida dei guardiani del parco. Il San Carlino, fino al primo agosto, diventa un centro «a tema»: ogni settimana viene scelto un soggetto artistico, didattico o ludico da sviluppare attraverso giochi, letture e performance. Da Villa Borghese a Villa Ada, dove la cooperativa Il Progresso organizza un centro ricreativo per ragazzi da quattro a dodici anni, con caccia al tesoro, giochi di abilità, laboratori di canto, danza e recitazione. Canto e ballo sono protagonisti anche di «High School Campus», centro artistico al parco Rosati dell’Eur. Arte e musica, inglese e francese diventano materia di gioco alla ludoteca Wonderlab, in via Serra, dotata di piscina. Per chi ha nostalgia dei «banchi», l’appuntamento è con Arciragazzi alla scuola Regina Elena, in via Puglie, tra laboratori, giochi e tuffi in piscina. Per i più grandi l’appuntamento è a Technotown (Villa Torlonia), aperta dalle 19 a mezzanotte.