I «notturni» di Mozart fanno il pieno

Valeria Pedemonte

La dodicesima edizione dei Notturni di Villa Simonetta dedicata a Mozart, sta avviandosi alla conclusione. Sono rimasti quattro ultimi appuntamenti, a cominciare da quello di domani sera sul tema Mozart a Milano. Come per le altre serate, il concerto inizia alle 22. Sulla scena ci sono Alessandro Cammellato e l’Ensemble Lombardo che propongono il Concerto K 107 n. 1, il Requiem K626 ed il Concerto 466 per pianoforte in re min.
Il successivo appuntamento – sempre dedicato a Mozart – si svolge venerdì 11 con un concerto scenico per due voci recitanti e pianoforte, dedicato alle lettere che Mozart indirizzò al padre, alla moglie ed ai parenti. Titolo della serata Vostro devotissimo Mozart con Stefano Caponi al pianoforte. Le voci sono di Michele Carli e Diana Collepiccolo. Il 12 agosto è prevista una serata sul tema Il Pianista con la partecipazione del giovane e virtuoso francese Ali Hirèche che si cimenta nella Fantasia e fuga in la min. BWV 904 e nelle Sonate: K 310, e quelle In mi bem. Magg. Op.27 n. 1, nonché la Sonata in la magg. Op. 82.
L’ultimo incontro della stagione dedicato al grande salisburghese prende vita sabato 13 agosto con Quartetti per Flauto e Archi. L’esecuzione musicale si avvale del Quartetto Xenakis, guidato dal violinista Roland Baldini, il quale, viennese di nascita e salisburghese per formazione, introdurrà i presenti ad un mondo fatto di armonie inusuali al grande pubblico e per questo ancora più affascinanti.
Gli organizzatori della stagione a Villa Simonetta, Amici della musica, si dichiarano entusiasti della riuscita di questa dodicesima edizione dei Notturni in villa e ci tengono a far sapere che «il pubblico ha dimostrato di apprezzare la scelta mozartiana, affollando i concerti e ripagando con generosi applausi gli artisti».
«Quest’anno – continua la portavoce degli Amici della Musica: Stefania Gazzola - se manteniamo questa affluenza, credo che raggiungeremo le ventimila presenze totali».