I pollici non bastano: nell'era delle Tv 8K le dimensioni contano

Televisori più grandi per immagini più definite: in salotto arrivano i super display

Maddalena Camera

nostro inviato a Berlino

Una TV 8K con supporto dello standard 5G per telefoni cellulari. L'ecosistema del futuro sta prendendo corpo. E all'Ifa non mancano alcune dimostrazioni pratiche come quella proposta da Sharp che già immagina un mondo iperconnesso che permetterà a chiunque di realizzare filmati ad altissima risoluzione, 8k per l'appunto, dallo smartphone che potranno essere immediatamente visti in streaming sulla tv tramite il 5G.

In attesa che i gestori di telefonia mobile mettano a punto le reti di nuova generazione, al momento disponibili, almeno in Italia, solo in alcune grandi città, le Tv 8K sono ormai una realtà consolidata. Tutti i maggiori produttori hanno mostrato all'Ifa i loro modelli di punta con i prezzi scesi dai 120mila euro del 2015, per un 85 pollici, anche sotto i 3mila euro, per un 65 pollici, la misura minima per apprezzare la tecnologia con prezzi ovviamente a salire per formati maggiori. Come l'88 pollici Oled 8K presentato da Lg che costerà circa 30 mila euro.

Ad oggi però, nessuno dei provider di streaming più conosciuti supporta una risoluzione superiore a 4K, compresa la nuova Disney+. Solo su YouTube l'8K è già disponibile. La spiegazione però è presto data: la risoluzione dell'8K occupa molta più banda rispetto al 4K e dato che in parecchi Paesi le reti in fibra non sono particolarmente estese le trasmissioni potrebbero incontrare seri problemi. Al momento solo in Corea e Giappone alcune emittenti stanno facendo test per l'8K che certamente troverà nuova linfa quando le reti 5G, che permettono la trasmissione di enormi quantità di dati saranno pienamente disponibili.

Il problema però viene superato dai produttori che, grazie ai potenti processori con cui sono equipaggiate le tv 8K riescono comunque a migliorare l'immagine qualunque sia la sorgente del contenuto. I principali attori del settore (in particolare LG, Samsung, Sony e Philips) hanno comunque presentato le loro tv novità 4k e 8K sia Oled sia Qled con Lg che è punto di riferimento dei primi dato che è produttore di questo tipo di schermi, mentre Samsung punta sui Qled che sono basati su pannelli Lcd.

Ad Ifa Samsung ha completato la sua gamma di tv 8K aggiungendo un 55 pollici con prezzi che spaziano da 3.499 euro per il 55, a circa 10 mila euro per l'82 pollici. Philips ha presentato nuovi modelli con schermi Oled (completi di soundbar in collaborazione con Bowers&Wilkins perr un audio ad altissima risoluzione) e ha in programma il lancio di un 88 pollici 8k, con schermo Oled fornito da Lg, per il prossimo anno. Del resto il produttore olandese ritiene che la misura minima per apprezzare le tv 8K sia 77 pollici. Ed in effetti la resa visiva è assicurata.