Influenza A, arriva uno stop da Londra: "Non imbarchiamo chi mostra sintomi"

La compagnia aerea di bandiera inglese, British Airways, insieme alla Virgin Atlantic, prendono misure drastiche sul contagio da nuova influenza: "Il nostro personale è addestrato a riconoscere i sintomi. Chi è malato non può viaggiare a bordo degli aerei diretti nel Regno Unito". In risposta al picco di contagi delle ultime settimane

Londra - Gli addetti al check-in di British Airways e Virgin Atlantic possono da ora in poi rifiutarsi di far imbarcare i passeggeri che mostrano sintomi simili a quelli della nuova influenza. Le due aerolinee hanno confermato al Sunday Times di aver ordinato ai propri dipendenti di rivolgersi a un medico prima di ammettere a bordo passeggeri che potrebbero essere malati.

I sintomi "Il nostro personale è addestrato a riconoscere i sintomi della nuova influenza o di altre malattie contagiose. Il personale può rivolgersi ad un medico e a chi è affetto da nuova influenza non verrà concesso di viaggiare", ha detto un portavoce di British Airways al domenicale, sottolineando di aver già vietato l'imbarco ad alcune persone.

Quarantena Chi non viene bloccato in partenza, potrebbe comunque trovarsi in quarantene nel Paese di arrivo: in Thailandia e in Cina le autorità hanno già installato degli scanner per il controllo della temperatura corporea per identificare i passeggeri che hanno la febbre.