Inghilterra, in vista delle nozze di William scoppia la «febbre da anello»

«Waity Kate» ha finito di attendere, e in Inghilterra è scoppiata la febbre da matrimonio reale. Tutti gli occhi sono puntati sullo splendido anello di fidanzamento che il principe William ha donato a Kate Middleton. Un gioiello di grande valore e di rara bellezza: uno zaffiro blu dal taglio ovale circondato da una corona di quattordici diamanti, che Carlo donò a Diana 30 anni or sono.
Un anello che ha anche una storia alle spalle: nel 1997, quando morì Lady D, il principe Carlo portò i due figli nella residenza di Kensington Palace, dicendo loro di scegliere un ricordo della mamma scomparsa. William scelse un orologio di Cartier, un modello Tank Francaise in oro che Diana aveva usato anni prima per insegnare ai figli a leggere l'ora. Harry, invece, prese l'anello per poi donarlo al fratello in occasione del fidanzamento. «È il mio modo di assicurare che mia madre non si perda la giornata di oggi - ha spiegato il principe William, in occasione dell'incontro con la stampa della coppia di futuri sposi -, la bellezza e il sentimento di questa giornata e il fatto che io e Kate passeremo insieme il resto della nostra vita». Il matrimonio si annuncia da favola, e tra i sudditi di Sua Maestà dilaga l'euforia.
Naturale che l'anello attiri tutte le attenzioni. Tanto che, dall'altra parte dell'oceano, qualcuno ha fiutato il business: a meno di ventiquattro ore dal fidanzamento ufficiale la Natural Sapphire Company di Manhattan, a New York, aveva già ricevuto 30 richieste per delle copie esatte del prezioso gioiello. «Il telefono ha preso a squillare pochi minuti dopo l'annuncio. A cercarci sono soprattutto donne - spiega il presidente dell'azienda, Michael Arnstein -, e tutte dicono la stessa cosa: mio marito chiamerà più tardi, ma mi raccomando, la pietra deve essere identica a quella di Kate». Il 30% degli ordini, spiegano dalla Grande Mela, provengono dal Regno Unito, mentre gli altri sono da Canada e Stati Uniti. Una domanda decisamente inaspettata, anche per una compagnia specializzata in zaffiri. «Da quando è stata fondata l'azienda gli zaffiri tagliati per gli anelli di fidanzamento rappresentano il 60% del nostro business», aggiunge Arnstein, non nascondendo una certa preoccupazione: «La domanda ha superato l'offerta e non abbiamo abbastanza pietre per soddisfare tutti gli ordini che arrivano».
La replica più costosa dell'anello di William e Kate venduta fino a questo momento, con una pietra da otto carati, vale circa 55mila dollari. Arnstein, che ha visto in foto l'anello reale per poter lavorare sulle copie, ha stimato il suo valore in più di 300mila dollari.