Alta moda a Roma: Gattinoni sfila nei cantieri della "Nuvola" di Fuksas

Le passerelle capitoline, dal 25 al 27 gennaio, con un'anteprima venerdì prossimo di Luigi Borbone a Palazzo Braschi

L'ha scelta Gattinoni la sede più originale delle sfilate romane di alta moda, che inizieranno venerdì prossimo: sarà la «Nuvola» di Massimiliano e Doriana Fuksas, ancora in fase di realizzazione all'Eur. Domenica mattina la presentazione della nuova collezione creata da Guillermo Mariotto avverrà nei cantieri del più grande centro congressi d'Europa e gli ospiti potranno visitare la maestosa opera architettonica, in anteprima mondiale. Lo stilista della maison Gattinoni si è appunto ispirato ai colori e alla leggerezza delle nuvole. Per il resto questa edizione ospiterà le maison storiche della capitale, Sarli, Curiel e Balestra e,in mancanza di altre grandi firme, punterà sui giovani. Si riducono a tre i giorni per le passerelle, dal 25 al 27 gennaio sempre nel complesso del Santo Spirito in Sassia, con un'anteprima venerdì prossimo. AltaRoma, presieduta da Silvia Venturini Fendi (il cda è scaduto a luglio e mai rinnovato perché inchiodato al travagliato rinnovo del vertice della Camera di Commercio), per necessità più che per vocazione esalta dunque il suo ruolo di talent-scout. La sfilata del pre-opening è della griffe emergente di Luigi Borbone, che presenterà la sua collezione nelle bellissime sale di Palazzo Braschi su piazza Navona.
Il giovane stilista romano vestirà delle «donne-fiore», all'insegna della trasversalità e della sperimentazione. Sugli abiti, applicazioni geometriche tridimensionali all'uncinetto e lavorazioni a plissè, ricami con le tecniche al laser e molti elementi in swarovski: il marchio ha infatti scelto Borbone come uno dei designer internazionali che meglio possono interpretarlo. La vera apertura di Alta Roma Alta Moda sarà il 25 mattina, al Santo Spirito, con la griffe Sarli come da tradizione. E nello stesso pomeriggio sfileranno le creazioni sofisticate e bon ton di Raffaella Curiel, seguite da quelle luminose e ricercate del palestinese Jamal Taslaq. Sempre sabato, l'evento che apre le celebrazioni del Cinquantenario della fondazione dell'Accademia Costume & Moda, con la sfilata delle 12 collezioni di neostilisti della scuola coordinati dalla fashion designer Betti Proietti e la consegna del Premio Irene Brin.

Domenica sarà di scena il plissè in chiave moderna di Nino Lettieri, abbinato a stampe e linee ispirate agli anni '50-'60. Nel pomeriggio vedremo la nuova collezione di Balestra. Poi Giada Curti, con i suoi primi abiti di prét couture, i pantaloni-gioiello Portofino, il costume da bagno realizzato all'uncinetto, cappelli di paglia, foulard di seta, grandi orecchini bijoux e la prima collezione di borse in crochet di alta moda. Lunedì, il battesimo nel calendario dell'haute couture capitolina per Raffaella Frasca, con il suo brand nato solo un anno, ma già di successo tra i ricchi russi e i brasiliani. La serà sfilerà la stilista libanese Mireille Dagher,per la terza volta a Roma, con la collezione couture «Deep into the blue», il cui protagonista è il mare. La kermesse di moda romana attira eventi anche fuori calendario. E giovedì 23 l'appuntamento sarà al cocktail di inaugurazione del negozio Brooks Brothers sulla centralissima piazza San Lorenzo in Lucina, che avrà come ospiti speciali Giorgio Pasotti e Nicoletta Romanoff.
Ad accogliere gli ospiti ci sarà il figlio del fondatore di Luxottica Claudio Del Vecchio, che da 10 anni ha comprato lo storico marchio di camicie americano. Nel giorno della chiusura di Alta Roma, lunedì 27, ci sarà invece l'inaugurazione del nuovo store in via del Tritone di G-Star, marchio dei jeans tridimensionali. Alla la cerimonia d'apertura parteciperà anche la designer del Womenswear, Rebekka Bach.