Lo choc tra i pellegrini: annullata la festa di San Giacomo

Proprio oggi la ricorrenza del patrono dell'intera nazione

C'è un particolare che fa riflettere nel deragliamento di Santiago di Compostela al di là dei testimoni che riferiscono di aver sentito un'esplosione prima che il terno ad alta velocità Alvia uscisse dai binari. L'incidente, infatti, è accaduto ieri, 24 luglio, alla vigilia della festa di San Giacomo (in spagnolo Santiago). Nella città galiziana, infatti, c'è il santuario più noto dedicato all'apostolo di Gesù, una meta di pellegrinaggi da tutto il mondo sin dal Medio Evo.

Nella Cattedrale di Compostela sono infatti conservate le reliquie di San Giacomo e la città galiziana sarebbe stata meta anche della predicazione di San Paolo. Ecco perché da circa mille anni i pellegrini dalla Francia si mettono in cammino verso il santuario (El Camino de Santiago). Si tratta, perciò, di un luogo con una valenza simbolica fortissima per tutto il cristianesimo e, in particolare, per il cattolicesimo. Innanzitutto, perché prima che l'America venisse scoperta, Compostela era finis terrae, cioè il confine ultimo delle terre allora conosciute e tutte guidate dalla cristianità. Un altro particolare non trascurabile è uno degli epiteti di San Giacomo che è Matamoros, cioè uccisore dei mori (dei musulmani). Le leggende raccontano, infatti, di apparizioni del santo, impegnato in battaglia a difendere le popolazioni cattoliche dagli assalti dei musulmani di al-Andalus (l'Andalusia, nella parte meridionale della Spagna).

Ecco perché la decisione della giunta comunale di Santiago di annullare le celebrazioni del patrono in segno di lutto è emblematica di come la tragedia sia accaduta in un giorno molto particolare. Il 25 luglio è il Giorno della Galizia (la regione di Santiago con capitale A Coruña) e oggi inizia un lungo ponte festivo. Proprio ieri i rintocchi delle campane della Cattedrale hanno cominciato a dare il segnale della festa e la notte della vigilia è sempre piena di avvenimenti. Oggi, invece, prevarrà il silenzio.

Commenti
Ritratto di wirtshaus-trier

wirtshaus-trier

Gio, 25/07/2013 - 10:47

Quando c'è una guarigione misteriosa lo definite un miracolo e questo cosa lo definiamo una maledizione?

Ritratto di Il Ghepardo

Il Ghepardo

Gio, 25/07/2013 - 13:40

No, questa è incompetenza, cara compagna germanica.

Ritratto di Il Ghepardo

Il Ghepardo

Gio, 25/07/2013 - 13:41

No, la chiamiamo incompetenza, cara compagna germanica.