Hollande si fa l'amante. Sconfitta la donna di potere

Antipatica, ringhiosa, caparbia, rigida, Valérie Trierweiler, compagna di Hollande, è una donna di potere. Ma questa volta suo malgrado deve battere in ritirata

È che una donna di potere (come del resto un uomo di potere) può tanto, ma non può tutto. Spesso fa del controllo un'ossessione, si convince di riuscire ad addomesticare le cose e le persone, si illude che la vita le obbedisca, stia mansueta ai ritmi della sua agenda. Sempre. Poi invece c'è qualcosa che, da qualche parte, inevitabilmente le sfugge. Tipo un compagno. Che magari «se la dà» in moto e con un casco in testa per camuffarsi o proprio per sentirsi un adolescente e «rombare» dall'amante. Una giovane, carina, non di potere (l'attrice Julie Gayet nella fattispecie, una che probabilmente Valérie Trierweiler liquiderebbe a sopracciglio increspato con un indignato «squallida sciacquetta») ma che intanto è quella da cui lui (François Hollande, il presidente di Francia) corre. Mollando Valérie.

Forse non è poi così vero che il potere è erotico. O almeno lo è fino a un certo punto, fino a quando, come si direbbe durante una partita a poker, «non vai a vedere» cosa c'è dietro. Fino a quando non lo spogli (il potere). In senso nemmeno troppo figurato.

Valérie è costituzionalmente, profondamente una donna di potere: lo era quando lavorava come giornalista e prestava scientifica attenzione a chi intervistare, lo era quando varcava la soglia dell'Eliseo come anticonvenzionale (perché non sposata) première dame mentre teneva «al guinzaglio» un domato Hollande neo-presidente opportunamente sottratto alla mamma dei suoi figli, Ségolène Royal. E lo è stata ancora di più dopo: facendo punire gli ex colleghi che osavano scrivere male di lei, facendo il vuoto attorno al «budinoso» François, allontanando Ségolène a colpi di gelosie domestiche e di tweet pubblici. Antipatica, ringhiosa, caparbia, rigida. Ma poco, per nulla sexy, evidentemente. Non per il suo uomo, evidentemente. Non con in dosso la metallica lingerie della prepotenza. Il grigio, goffo, gelatinoso ma innamorato Hollande che si ribella al «rottweiler» biondo e doverista per scappare dall'attricetta intensa e di sinistra ci fa più simpatia di quando invade il Mali chiedendo i soldi a noi (europei), di quando si fa tirare per la giacca di pessimo taglio da Angela Merkel agli incontri ufficiali, di quando si presenta con la cravatta annodata storta e guida la Francia verso la rovina. Ma vedere Hollande fuggire da Valérie... Tradire (e punire) la Crudelia dell'Eliseo è la prima mossa sensata del suo insensato governo. Il primo «rigurgito» maschio da quando lo hanno soprannominato «budino».

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 11/01/2014 - 10:28

In confronto a quell'ipocrita dei quattro figli, fatti con tanto di "seghe reali", gli amori ancillari di Strauss-Khann sono solo casti affetti denigrati. Però almeno capiva d'economia, quest'ultimo tapino...

Ritratto di sances2

sances2

Sab, 11/01/2014 - 10:30

Non sarà "budino" ma probabilmente "viscido" per tradire la fiducia della propria partner! Sarebbe stato di carattere se si fosse ribellato alla compagna, l'avesse mandata a quel paese per poi recarsi a testa alta dalla nuova fiamma. Dignità è prendersi apertamente le responsabilità delle proprie azioni.

Maurizio Fiorelli

Sab, 11/01/2014 - 17:37

Che differenza c'è tra :l'Amante di potere (Mme Valerie) e l'Amante attuale (Mme Julie)?Non se ne è fatta una, bensi l'ha cambiata e,guarda caso, ai francesi non ne frega di meno!

jakc67

Sab, 11/01/2014 - 18:27

gli idoli sinistri cadono come pere e forse proprio perchè elevati ad arte anche da "media" dalla fede socialista molto sospetta cadendo fanno sempre dei gran tonfi... e pure le signore "progressiste" probabilmente volano troppo alto per rendersi conto di quanto la sinistra mondiale, con il sostegno all islam radicale in primis, le prende continuamente per il naso... ma si sà: la spocchia rende ciechi...

forbot

Sab, 11/01/2014 - 19:31

Come vedete la faccenda del bunga-bunga non era "made" solo c/ SB. Tutti quelli che sono maschi, prima o poi, corrono dalla femmina che gli strizza gl'occhi.- Ma su SB. ne hanno dette di tutti i colori. Quasi che l'onore dell'Italia, nel mondo, era messo in ridicolo dal suo relazionarsi con le donne. Quello di prima era anche peggio, parlo di Sarco..fago a cui la Libia deve la morte anche del suo leader, che almeno la teneva pacificata e con la quale intrattenevamo buoni rapporti commerciali. Questi francesi, nostri cari fratelli....cortej-.

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 11/01/2014 - 20:32

E questi beceri vorrebbero darci lezioni di vita.Sono gli idoli della nostra sinistra molto presa a criticare Berlusconi.DA un sinistrato guerrafondaio cosa ci si puo aspettare.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Sab, 11/01/2014 - 20:52

Faccenda assolutamente privata che non dovrebbe interessare più di tanto. In Francia i media hanno imparato da quelli italiani che andavano a guardare sotto le lenzuola del Cav così i quotidiani pure lì si sono trasformati in tabloid da pettegolezzi che scrivono e guardano dal buco della chiave a fine politico e di mero lucro.

marcosol

Sab, 11/01/2014 - 21:56

Prontissimi a difendere la privacy di Berlusconi, e altrettanto pronti a guardare dal buco della serratura di Hollande, per cose private che nulla hanno a che fare con la politica. Difficile trovare un giornale più ipocrita di questo.

Ritratto di filatelico

filatelico

Dom, 12/01/2014 - 04:50

STRAUSS-KAHNN è stato massacrato mediaticamente e giudiziaramente per far posto a questo campione della falsità. Cari Francesi l'avete voluto e ora tenetevelo, ma ORA NON POTETE PARLARE DELLA VITA PRIVATA DI BERLUSCONI. I sorrisetti di quell'altro sepolcro imbiancato di SARKOZY NON LI RICORDATE???

timoty martin

Dom, 12/01/2014 - 07:26

Lei antipatica alla stampa, e non solo, sin dal primo giorno perchè troppo arrogante, sicura di se, avida di potere e maleducata. Ma nemmeno lui tanto intelligente e capace. Che ne pensano i 4 figli? Tra lui ed il suo predecessore fanno proprio un bel quadretto di famiglie ... allargate.

timoty martin

Dom, 12/01/2014 - 09:45

Non è stato capace di gestire la propria vita, la propria scala dei valori ed ha voluto guidare tutto un poplo. Era scritto che avrebbe fallito, che è un fallito. Ciechi quanti l'hanno votato.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 12/01/2014 - 09:46

E' inutile: la donna stile 'Valèrie' non riesce ad essere il modello prediletto dagli uomini. Quelle tipo 'Margaret' o 'Hilary' sono sopportate per ragioni di Stato. Vi sono, invece, uomini che, quando la trovano, prendono la donna che gli consenta di parlare di sè! “Tra amanti non ci si annoia mai a stare insieme perché si parla sempre di sé stessi (La Rochefoucauld)"

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 12/01/2014 - 17:38

Le donne come la Trierweiler non aiutano a mantenere e rafforzare l'immagine grandiosa di sé che i maschi amano avere,per coltivare la quale ricorrono talvolta alle azioni più vigliacche.Come sempre è solo il narcisismo che li spinge al tradimento, non il sesso.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 12/01/2014 - 18:27

Xmarcosol, ti ricordo che sei liberissimo di non leggere "Il Giornale" ti consiglierei L' Unitá oppure Il Manifesto o qualche altro pezzo di simile cartaccia.