Farage: "Così metterò ko i bulletti di Bruxelles"

Intervista al leader del partito inglese anti Europa: "Hanno già deposto Berlusconi, non riusciranno a farmi fuori". Sostieni il reportage Europa ribelle

nostro inviato a Saint Ives

«Ho passato gli ultimi tre anni a preparare questo momento». Nigel Farage, il leader del Partito per l'indipendenza del Regno Unito, è determinato, e tra un sorriso affabile e una battuta tagliente affronta qualsiasi tema a viso aperto. «Le prossime elezioni rappresentano l'ultima chance per gli inglesi di gettarsi alle spalle i vecchi partiti politici». Dove vuole arrivare è semplice: portar il Regno Unito fuori dall'Unione europea. E per farlo è disposto a tutto. Anche a farsi qualche nemico: «I “bulletti” di Bruxelles hanno deposto Berlusconi per sostituirlo il non eletto Mario Monti. Con me non riusciranno a fare lo stesso».

Fuori dalla Burgess Hall di Saint Ives, in Cornovaglia, in centinaia si accalcano per sentirlo parlare nell'ultima tappa di un tour che venerdì si è concluso nel Cambridgeshire, roccaforte del suo UK Independence Party. Prima dell'intervista si rilassa con una Guinness e si fuma una sigaretta con Paul Sykes, uomo d'affari e unico grande finanziatore del partito.

Allora, mister Farage, tutti i sondaggi vi danno in testa. Cosa è successo?
«I partiti tradizionali hanno perso contatto con la gente. Siamo una nazione molto aperta, abbiamo commerciato sempre a livello globale, siamo sempre stati molto accoglienti verso tutte le culture straniere. Sotto molti aspetti, più di molti altri Paesi d'Europa».

Ma...
«Ma si arriva a un punto di rottura quando una cosa chiamata Unione europa inizia a scrivere la maggior parte delle tue leggi e finisce per essere una porta aperta per 485 milioni di persone. A quel punto non c'è più nulla da fare».

Un messaggio radicale.
«Il nostro messaggio non è radicale o estremista. È solo buon senso. Spetta solo agli inglesi di occuparsi di temi tanto importanti come l'immigrazione».

Lei crede davvero che il Regno Unito uscirà dalla Ue?
«Certo».

Quando?
«Non lo so. Ma sento che avverrà presto».

Quando Berlusconi ipotizzò che l'Italia uscisse dall'euro, la Merkel e Sarkozy lo portarono alle dimissioni facendo leva sullo spread. Non teme di poter cadere vittima dello stesso complotto?
«Non saprei... Qualunque cosa se ne possa pensare, Berlusconi è stato presidente del Consiglio per molto tempo garantendo alla politica italiana una certa continuità. Per i “bulletti” di Bruxelles che poi hanno messo al suo posto un loro uomo, il non eletto Mario Monti, è stato sconvolgente».

E Renzi?
«Mi pare che sia la stessa operazione. Se fossi un elettore italiano sarei molto arrabbiato...»

Perché non farà alleanze con il Front National?
«Penso che un'alleanza con Marine Le Pen, che pure ha talento, non si adatterebbe al nostro modo di fare politica».

Di sicuro sull'immigrazione vi trovereste d'accordo. Che soluzioni propone?
«Beh, la prima cosa è non avere le porte aperte».

Ci spieghi meglio.
«L'Eurozona è in una crisi così grave che non riuscirà a sostenere le probabili imponenti ondate migratorie. Dobbiamo tornare a controllare le nostre frontiere. Dobbiamo poter dire agli europei meridionali e orientali: “Se hai una qualifica professionale che ci serve, ti daremo un lavoro, ma non possiamo darti subito tutti i benefici del Welfare. Non abbiamo i posti nelle scuole per i tuoi bimbi”».

Alcuni anni fa ebbe un incidente aereo e si parlò di complotto. Chi potrebbe essere interessato a farla sparire dalla politica?
Scoppia a ridere. «Quasi tutti. Comunque, sono stato molto fortunato. E non me ne vado».

In Italia è diventato famoso quando ha distrutto Van Rompuy. Non oso immaginare cosa possa pensare di Schulz e Juncker...
«Sono entrambi eurofanatici, ma Schulz si esprime in un modo piuttosto aggressivo e arrabbiato. Per questo spero che vinca Scuhlz. Credo che il peggio sia il meglio. Più aggressivo lo abbiamo, più il popolo britannico gli si rivolterà contro».

Conosce Grillo?
«Non l'ho mai incontrato, ma guardo con grande interesse quello che fa. Sospetto che dietro Grillo ci sia molto di più che una protesta».

Pensa di poter fare qualcosa insieme con lui in Europa?
«Non lo so. Adesso dobbiamo concentrarci sulle prossime tre settimane. Poi andremo a Bruxelles, ci prenderemo una tazza di caffè e ne parleremo».

Commenti

giordaano

Lun, 05/05/2014 - 10:31

il bulletto sembra lui

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 05/05/2014 - 10:37

Vai Farage, sono con te.E non credo di essere il solo.

aredo

Lun, 05/05/2014 - 10:39

Ah bhè.. vuole parlare con Grillo? Gli piace Grillo? Allora questo è un fantoccio della sinistra come Grillo. Oppure se è veramente di destra è tanto stupido.

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 05/05/2014 - 10:40

Farage è l'unico politico sensato di tutta Europa. Analizza e vede le cose con un sano buon senso e con l'obiettivo unico degli interessi nazionali, cosa che tutti gli altri politici d'Europa non vedono più o se ne infischiano allegramente tradendo i propri popoli. Spero che ce la faccia e non venga eliminato in qualche maniera, perchè di nemici ne ha sicuramente tanti.

giovauriem

Lun, 05/05/2014 - 10:47

d'accordo con ciò che dice farage,e speriamo in lui che è avvantagiato,perchè alle spalle ha una vera democrazia(quella inglese)mentre Berlusconi alle spalle ha napolitano, alfano,la magistratura politica e la banca d'italia,tutti con il coltello in bocca per difendere gli interessi dei loro padroni

Mr Blonde

Lun, 05/05/2014 - 10:51

"USCIRE DALL'EURO E' AZZARDATO". Silvio Berlusconi (ieri sera), mettetevi l'anima in pace, la casa comune si cambia non si distrugge. Del resto anche grillo inizia a cambiare marcia

Raoul Pontalti

Lun, 05/05/2014 - 10:55

"“Se hai una qualifica professionale che ci serve, ti daremo un lavoro, ma non possiamo darti subito tutti i benefici del Welfare. Non abbiamo i posti nelle scuole per i tuoi bimbi": roba da schiavisti del Congo leopoldino, (quelli che tagliavano la mano e il piede ai propri schiavi ”e alle bimbe e alle mogli degli schiavi se non rispettavano i ritmi imposti per la raccolta della gomma ai primi del 900). Un lavoratore britannico ha diritto al welfare (che paga con le sue tasse) e alla scuola per i bimbi (che paga con le sue tasse) mentre lo straniero paga le tasse e non ha altrettanto: bella giustizia...Oppure, visto che lo straniero non ha diritto al welfare, paga meno di tasse e così costa meno al padrone, il quale sceglierà lo straniero lasciando a casa il lavoratore britannico. Farage vai a cagare. Sul come e quando far uscire la GB dalla UE: ti bastano 3 o 4 anni governando alla maniera degli olgettin-leghisti in Italia, poi la GB non riesce a rispettare i parametri europei, subisce le sanzioni che non può pagare e quindi l'addio britannico all'UE è assicurato per default entro il decennio successivo se la Regina non provvede prima sostituendoti con il Monti locale.

andrea da grosseto

Lun, 05/05/2014 - 10:55

aredo ha detto che ci vuole parlare, non lo conosce. Dopo tre minuti di conversazione avrà già capito con chi ha a che fare e non ci parlerà più.

Howl

Lun, 05/05/2014 - 10:58

Anche in Portogallo , il sedicente separatista dello stato di Guarda , tal Josè Refinha ha parlato contro la Ue e ha fatto riferimento al sopruso subito da Berlusconi................. anche Geppo il calzolaio a casa sua ha raccolto i parenti e ha inneggiato " Ziu Silviu libero !"

linoalo1

Lun, 05/05/2014 - 11:02

Vedi,Farage!Tu,al contrario di Berlusconi,non hai alle spalle un Delirio Tremens Napolitano il Golpista!E,pertanto,potresti anche riuscirsi!Auguri!Lino.

vince50_19

Lun, 05/05/2014 - 11:04

Occhio Farage: già nel maggio 2010 l'aereo con cui stavi facendo pubblicità all'Ukip si capovolse, si sfasciò e te la cavasti per un pelo..

Ritratto di afrikakorps

afrikakorps

Lun, 05/05/2014 - 11:05

Ci mancava anche che il Giornale sdoganasse il pirla inglese di turno perchè euroscettico. Più che stock47, sembra un commento da Stock84!! Alle 10.40 di mattina per di più...

Ritratto di ForYou78

ForYou78

Lun, 05/05/2014 - 11:06

Gli unici BULLONI ARRUGGINITI attaccati a questa EUROPA MALATA sono proprio quei sinistroidi con la banana in bocca che ormai cercano di mangiare pure la buccia della ipocrisia perbenista e assistenzialista NON ITALIANA.

Rossana Rossi

Lun, 05/05/2014 - 11:28

E' perfettamente inutile che i soliti asini rossi continuino a ragliare, ha perfettamente ragione, spero che vinca e gli inglesi non sono fessi come noi a far politica.......

@ollel63

Lun, 05/05/2014 - 11:31

Berlusconi non era soltanto "solo" aveva tutti contro da napolitano con tutta la sinitranza (quella nota e quella fasulla di razza peggiore), ai magistroti (noti e ignoti forcaioli sinistri), ai giornalisti e giornalai comunisti (erbaccia maligna), ai cinematografari e televisionisti (sinistrati pataccari e falsi), a imprenditori fasulli e fallimentosi, ... e non bastando questo esercito di anti-italiani ci si son messi pure i TRADITORI del suo stesso partito (infami corrotti quaquaraquà da mezzo soldo (ignobili cacche della natura). Ma pagheranno tutto, questi miserabili rifiuti del genere umano.

Miraldo

Lun, 05/05/2014 - 11:32

Ma che cavolo di domanda le ha fatto questo giornalista, invece di chiedergli delle LEGA NORD unico partito contro l'Euro in Italia fa domande su Grillo, sveglia giornalista non sai che Grillo non è ne contro l'Europa ne tanto meno contro l'Euro.

Triatec

Lun, 05/05/2014 - 11:36

Grande Farage!!! Meglio euroscettico che euro pirla.

elio2

Lun, 05/05/2014 - 11:47

E' un politico di cui noi avremmo bisogno, invece abbiamo il peggiore cancro per qualsiasi società civile, comunisti ogni dove che ci stanno distruggendo il Paese e un terzo di idioti disposti a votarli.

Atlantico

Lun, 05/05/2014 - 11:55

L'unico bulletto è lui: la foto fa ridere.

gamma

Lun, 05/05/2014 - 11:56

Ripropongo un post da me inserito ieri in un articolo poco attinente, riguardante una notizia trovata sul sito americano della Reuters il quale dimostra ampiamente l'ipocrisia della Germania ma anche la stupidità dell'Italia che mostra al mondo il peggio di se permettendo così ai nostri affezionati "partner" europei di dire peste e corna di noi. Eccolo: Leggo proprio ora sul sito americano dell'agenzia di stampa Reuters, un articolo riguardante le forniture di Gas russo all'Europa. Verso la fine dell'articolo viene riportato il commento di un rappresentante del governo tedesco che chiede al giornalista che non venga rivelato il suo nome. Ecco cosa dice costui" A government adviser in Berlin, speaking on condition of anonymity said Berlin was happy that the new pipeline was now going to Austria rather than Italy: "Bringing South Stream's gas to Austria is far better for Germany's industry and gas security than pumping it far to the South to Italy." Traduco per chi non conoscesse l'inglese: " Portare il gas di South Stream (la nuova condotta in costruzione che porterà il gas nel sud europa senza passare dall'Ucraina che doveva arrivare nell'Italia del sud e che invece arriverà in Austria) è molto meglio per le industrie della Germania del sud e per la sicurezza del gas piuttosto che farla arrivare nel sud dell'Italia" Avete capito che razza di vipere sono i tedeschi? D'altra parte c'è anche da dire che il sud dell'Italia viene visto in tutto il mondo come una specie di buco nero in cui dominano illegalità, arbitrio, violenza e assenza dello stato. Ed è questo a cui allude l'ignoto rappresentante del governo tedesco. E' vero che i tedeschi sono degli stronzi incredibili ma è anche vero che l'Italia e il sud in particolare danno l'immagine peggiore che si possa dare agli stranieri. Un altro particolare viene rivelato dall'articolo e cioè che l'Austria ha battuto l'Italia come terminale di sbocco di South Stream manovrando abilmente attraverso le sue lobby. Concludo con due considerazioni. Che razza di Unione Europea è mai questa in cui i vari membri cercano di fregarsi l'un l'altro. In secondo luogo, perchè l'Italia, il secondo paese manifatturiero d'Europa si fa fregare da uno statarello come l'Austria ? I nostri politici la sanno fare la politica internazionale? Per chi volesse leggere l'articolo segnalo il link: http://www.reuters.com/article/2014/05/04/us-ukraine-crisis-gas-gazprom-analysis-idUSBREA4302K20140504

TruthWarrior1

Lun, 05/05/2014 - 12:12

@Pontalti, la tua diatriba è ampollosa e inutile. Risuoni come il tipico sinistronzo che si crede un genio-filosofo, ma sei solo un chiacchierone della peggior specie italiota. Tu a Farage, non potresti neanche reggere le sue mutande sporche!

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 05/05/2014 - 12:24

Non vi montate la testa. Ecco cosa diceva Neil Farage di Berlusconi il 1 Dicembre 2011: «Certo che in Gran Bretagna non sarebbe durato più di due minuti al governo...» (nel senso "uno cosi' in un paese serio e civilizzato").

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 05/05/2014 - 12:44

Avrete notato come Farage non esponga nessuna idea economica. Non ha nessuna idea del come la GB affronterebbe, una volta fuori dall'UE, il Mercato Globale. Non cita il fatto che tutti responsabili aziendali, grandi e piccoli, della GB sono fortemente contrari all'uscita dall'UE, perche' in un Mercato Globale sarebbe la fine dell'economia Britannica. Similmente la grande Finanza di stanza nella City, che,una volta la GB fuori dell'UE, lascerebbe Londra e si distribuirebbe tra Francoforte e Parigi.. Non cita neanche il fatto che ci sono piu' cittadini Britannici espatriati nei Paesi UE che di paesi UE in GB...Insomma una superficialita' pari a quella dei Nobel per l'Economia che si esprimono su questo forum, i Marforio, gli Stock84, le Rossane Rossi, i Triatec...Persino Berlusconi sarebbe imbarazzato e proverebbe pena per la vostra pochezza...

Raoul Pontalti

Lun, 05/05/2014 - 12:44

TruthWarrior fai il guerriero vero e leale: annusa le mutande di Farage non prontamente tolte in corso di diarrea virale, inala i relativi effluvi aromatici, e, inebriato, vai poi a predicare il verbo di chi da divin maestro (nel senso di trangugiatore di alcool, anche vinoso) "sospetta" che dietro a Grillo non vi sia solo protesta.

vivaitaly

Lun, 05/05/2014 - 12:49

Forza, dobbiamo farcela, uscire dall'Europa, uscire dall'Euro e sopratutto mandare via tutti I clanestini e chiudere le frontiere se l'Europa e l'Italia si vuole salvare. O cambia l'Europa o si esce. Hanno fatto l'Europa unita per far entrare clandestini e stranieri. Solo gli stranieri e I claandestini ne hanno beneficiate da questa Europa unita, e allo stesso tempo hanno impoverito e inquinato l'Europa.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Lun, 05/05/2014 - 12:53

Se non ruba come il signor Berlusconi non lo deporranno. Lui vive in un paese civile. Non nell'Italia di Berlusconi il pregiudicato.

Mr Blonde

Lun, 05/05/2014 - 12:57

ForYou78 e company continua a far ridere voler far passare la maggioranza del parlamento europeo, numerica e politica soprattutto, come maggioranza di sinistra (per qualche idiota anche comunista) quando in realtà è composta da PPE e gruppi vari di ispirazione liberaldemocratica (nei quali mi ritrovo ideologicamente), di cui anche FI fa parte e di cui fa parte soprattutto la merckel. Ma non vi sentite ridicoli con questa litania?

pinux3

Lun, 05/05/2014 - 12:57

@olle63...Dimentichi che ha avuto "contro" pure i SEI MILIONI DI ELETTORI CHE NON L'HANNO PIU' VOTATO...

agosvac

Lun, 05/05/2014 - 13:01

Egregio raoul pontalti, nella sua indignazione lei dimentica o forse le sfugge una cosa molto importante. I lavoratori inglesi hanno diritto al loro welfare perchè è dalla nascita che pagano le tasse che danno loro questi diritti, dalla nascita perchè prima di loro le avevano pagate i loro padri. I lavoratori stranieri, sia pure ben accettati per le loro qualifiche, non ne hanno diritto semplicemente perchè cominciano a pagare le tasse non appena iniziano a lavorare. Pertanto quel che dice Farage è del tutto giusto: il diritto al welfare sarà dovuto non appena lo avranno maturato cioè dopo un certo numero di anni. Mi meraviglio che le sfugga la saggezza e la giustezza di questa posizione!!!!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 05/05/2014 - 13:05

SPERO CHE SI ALLEI CON LA LEPEN E PORTI FUORI DALL'EURO SIA LA GRAN BRETAGNA E SIA LA FRANCIA, COSI' LA CULONA MERKEL SARA' CONTENTA

ulanbator10

Lun, 05/05/2014 - 13:11

Roul Pontalti, probabilmente sei un professore, perché non capisci proprio niente. Sei ampolloso , ma sotto, il nulla. Vai a trovare chi dico io -----

pinux3

Lun, 05/05/2014 - 13:39

@LANZI MAURIZIO...Ti informo che la Gran Bretagna è GIA' fuori dall'euro...E' proprio questo che..dà da pensare...

magnum357

Lun, 05/05/2014 - 14:05

Nigel Farage ha perfettamente ragione circa la troika di Bruxelles che comanda in Europa: sono dei NON eletti che vogliono distruggere, secondo piani segreti, determinati paesi !! Per quanto riguarda poi l'immigrazione ha colto nel segno. Da noi invece Alfanuccio&Renzuccio stanno strumentalizzando la situazione immigrati per racimolare voti: dove pero' pensano di sistemare decine di migliaia di persone quando neanche ai cittadini italiani in seria difficoltà e' garantito un minimo di dignità ?

gamma

Lun, 05/05/2014 - 14:37

Nutro una certa diffidenza nei confronti di chi fa del facile populismo e Nigel Farage lo fa senz'altro. E' probabile che racimoli un bel po' di voti visto l'aria antieuropeista che circola in tutta Europa ma il caso dell'Inghilterra è un caso a parte. Il Regno Unito è infatti praticamente già con un piede fuori dall'UE e se effettivamente nel 2016 come è probabile ci sarà il referendum con cui gli inglesi decideranno se restare o uscire dall'UE, secondo i sondaggi il risultato ne decreterà l'uscita definitiva. Fra l'altro tre anni fa gli inglesi, zitti zitti hanno firmato con gli Stati Uniti un accordo di libero scambio per cui merci e prodotti americani ed inglesi possono entrare nei due paesi praticamente senza controlli doganali. Insomma, gli inglesi in realtà l'Unione l'hanno già fatta invece che con l'Europa, con gli USA. D'altra parte non solo hanno mantenuto la loro moneta ma hanno fatto quelle riforme che noi non vogliamo e non possiamo fare. Il Centre for Economic and Business Research (Cebr) prevede che l'Inghilterra entro il 2030 sarà il paese economicamente più potente in Europa, superando anche la Germania. Già ora hanno un Pil di quasi 3000 miliardi di Euro, un po' inferiore a quello tedesco ma di molto superiore a quello italiano e anche a quello francese. Ma ha un debito pubblico chè è l'85% del suo PIL mentre il nostro è al 130%. Recentemente il Regno Unito ha diminuito la tassazione sul reddito d'impresa al 22% e nel 2015 lo porterà al 20". Se aggiungiamo che ha già la Borsa più potente del mondo dopo quella di New York, il quadro è completo.

elalca

Lun, 05/05/2014 - 14:59

#raoulpontalti: bel discorso, lungo e inconsistente come un peto.

Raoul Pontalti

Lun, 05/05/2014 - 15:11

agosvac Tu riesci a intorbidare le acque ma non a chiarire concetti. Altra cosa è il diritto alla pensione che richiede la sua maturazione con un congruo versamento di contributi, altra cosa è il diritto alla prestazione sanitaria che insorge immediatamente con la stipula dell'assicurazione sanitaria (e concettualmente non cambia nulla se il servizio sanitario è pubblico piuttosto che privato). Se hai assicurato l'auto nuova e già il primo giorno provochi un incidente di una certa entità non hai versato quale premio se non una minima parte di ciò che invece il liquidatore dovrà risarcire alla controparte, lo stesso per una polizza anti infortunistica, etc.. Ti faccio notare che contrariamente a quanto comunemente si ritiene il motivo che ha indotto gli Stati a garantire l'assistenza sanitaria pubblica non sono umanitari ma utilitaristici: cittadini sani lavorano e producono di più, garantire quindi comunque un certo grado di assistenza sanitaria ai lavoratori e loro famigliari è vantaggioso per l'erario anche in assenza di un versamento di una specifica tassa sulla salute. Sull'istruzione il discorso è analogo: persone istruite rendono di più e quindi l'istruzione è garantita gratuitamente almeno fino all'adolescenza. Ma il "buon" Farage vuole la botte piena e la moglie ubriaca: l'istruzione dello straniero è stata garantita dal paese di provenienza (che nell'evenienza ha buttato i soldi...), quella dei figli dello straniero non la garantisce lo Stato britannico che pure sfrutta il lavoro dello straniero e non gli garantisce nemmeno la copertura sanitaria pur a fronte del pagamento delle tasse da parte dello straniero. Ma non Ti preoccupare: se ne accorge il padrone che le cose non vanno bene, specie quando vede il suo dipendente starsene a casa al primo segno di malessere anche banale onde evitare aggravamenti comportanti poi costose cure mediche e chiederà almeno che lo straniero gli costi di meno in tasse. Ma una volta ammesso questo il padrone avrà più interesse ad assumere, ceteris paribus, stranieri piuttosto che indigeni con le conseguenze per la società locale che è facile intuire. Il motivo per il quale tutte le legislazioni occidentali (compresa quella fascista: "lo straniero è ammesso a godere dei diritti civili attribuiti al cittadino" come si rinviene nelle cd preleggi) affermino il principio di uguaglianza di trattamento tra stranieri e cittadini soprattutto in materia di lavoro anche qui non è umanitaria o buonista, ma pratica per evitare un'autentica macelleria sociale che si ritorce sui cittadini indigeni e quindi sullo Stato. Farage per vellicare i babbei che vedono nello straniero in quanto tale il nemico (e non in chi lo alletta a venire e poi lo sfrutta) riesce a sparare cazzate che gli costerebbero la bocciatura ai corsi di educazione civica alle scuole medie.

Ritratto di serjoe

serjoe

Lun, 05/05/2014 - 16:08

"Per i “bulletti” di Bruxelles"....saran presto....cavoletti.

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 05/05/2014 - 16:28

gamma, Devo dissentire. Il Regno Unito e' fuori dall'UE solo a parole, nei fatti ne e' totalmente dipendente. La City, il vero motore dell'economia Britannica, e' totalmente contraria all'uscita, e una volta la GB fuori dall'UE, le grandi istituzioni finanziarie globali faranno fagotto. L'equivalente della Confindustria e' altrettanto contraria ad un'uscita, perche' la GB da sola in un mercato Globale e aggressivo, e' destinata al declino. Un Ministro Ombra del Labour, ha raccontato di come durante una sua visita in Cina, un politico Cinese gli abbia chiesto:"Ma voi pensate davvero che noi tratteremmo meglio con un Paese di 60 milioni di abitanti anziche' con un'entita' di 500 milioni?"...Le faccio poi notare che l'eventuale referendum, promesso da Cameron per il 2017 (non 2016), ci sara' solo se i Tories vinceranno le elezioni del 2015. Cosa tutt'altro che scontata, anzi improbabile stando alle proiezioni odierne. Cameron stesso rifiuta di rivelare come voterebbe in un referendum - Traduco: Egli sa benissimo che la permanenza e' l'unica via, ma non puo' dirlo, perche' esporrebbe i Tories all'attacco di Farage, sotto elezioni. Quanto poi agli USA, le varie Amministrazioni succedutesi, hanno sempre dichiarato di preferire un Regno Unito parte dell'UE, non foss'altro per la possibilita' di agire "contro" dall'interno: una volta fuori, la GB perderebbe ogni potere contrattuale, compreso con gli USA. Per finire, non conosco lo studio del CERB che lei cita, ma dubito fortissimamente che il risultato previsto di un'economia Britannica in testa in Europa nel 2030 sia frutto di proiezioni fatte tenendo conto di un'uscita dall'UE.

Libertà75

Lun, 05/05/2014 - 16:38

@raoul pontalti ore 10.55, complimenti, oggi a comprensione ha superato l'esimio "ilfatto". Farage non ha detto che gli stranieri che lavorano in UK non hanno diritto di accesso al welfare, bensì ha affermato che se in UK mancano certe figure professionali, sono ben lieti di importarle. In alternativa, dichiara di scoraggiare chi in UK ci vuole andare sapendo di aver estreme difficoltà a trovare lavoro perché non hanno la capacità di offrire il welfare a tutti i cittadini del mondo (e ha ragione). Lei commette lo stesso reato contro l'umanità (ossia il razzismo) che fa la sinistra in Italia aprendo tutte le frontiere e lasciandoli liberi di essere schiavizzati per lavori da 2 euro l'ora oppure essere impiegati dalla malavita per attività delittuose dipendenti o autonome. Rammenti che tutti debbono mangiare e non è che uno straniero che non sa come sopravvivere qui possa cibarsi di sani principi di onestà. I razzisti sono quelli che vogliono "coccolare" lo straniero. Se non ci sono posti da occupare, non si fa solidarietà né accoglienza, ma solo sfruttamento o dequalificazione umana.

nonviinvidianessuno

Lun, 05/05/2014 - 17:04

@agosvac: BRAVO!! ANCHE OGGI HAI FATTO LA TUA SOLITA BELLA FIGURA DI EMME!!

nonviinvidianessuno

Lun, 05/05/2014 - 17:07

libertà75: "“Se hai una qualifica professionale che ci serve, ti daremo un lavoro, ma non possiamo darti subito tutti i benefici del Welfare." hai dei SERI problemi di analisi del testo, sarebbe meglio ricominciare dalle scuole elementari e lasciare certi argomenti ad altri.

Libertà75

Lun, 05/05/2014 - 17:24

@nonviinvidianessuno, sei andato a leggere il testo in inglese anche? Lascia perdere che evidentemente la politica non fa per te, come del resto il tuo nick. E' ovvio che la frase intende di non aspettarsi welfare senza avere un lavoro. Guardi che in UK sono più avanti rispetto ai concetti su cui oggi fa propaganda Grillo. Immagini un reddito di cittadinanza, cosa succederebbe se lo dessimo a tutti gli immigrati invece? Lasci perdere che di economia lei non capisce nulla, ma già lo sa. Il discorso è analogo con i servizi sanitari per esempio, possiamo curare 7miliardi di persone in un Paese che non raggiunge i 70milioni? La risposta è no, se non lo capisce, le consiglio qualche TSO, buonaserata.

buri

Lun, 05/05/2014 - 17:29

Spero sinceramente che Mister Farage ci riesca, su meriterebbe la riconoscenza degli europei

petra

Lun, 05/05/2014 - 17:47

Senza aspettare Farage, in GB ci sono già alcuni provvedimenti in atto riguardanti il Walfare per i lavoratori stranieri: "LONDRA - Ulteriore stretta in Gran Bretagna in tema di misure di welfare per i lavoratori provenienti da altri Paesi dell'Unione europea. Lo ha annunciato il Dipartimento del Lavoro e della Previdenza sociale. Come riporta la Bbc, a partire dal primo marzo 2014, i lavoratori europei immigrati nel Regno Unito dovranno dimostrare di guadagnare almeno 149 sterline a settimana con una continuità di tre mesi, prima di potere accedere ad alcuni dei benefici previsti dallo stato sociale britannico. L'introduzione della soglia minima di reddito era stata preannunciata lo scorso anno dal premier David Cameron. Secondo il ministro del Welfare Esther McVey, il provvedimento contribuirà a "proteggere l'integrità" del sistema."

Aristofane etneo

Lun, 05/05/2014 - 18:04

Ci sono miliardi di poveri e di disperati nella Terra, per nulla intenzionati a lottare nei loro Paesi contro i loro papponi e tutti decisi a venire in Italia a godere di ciò che abbiamo costruito con sacrifici, con morti in guerra o nei posti di lavoro, con economie e capacità imprenditoriali. In nome degli Amori Universali a spese altrui pubblicizzati dai Buoni "cattocomunisti" quanti ne dobbiamo ospitare e curare a gratis 500.000.000?, 1.000.000.000? Quanti Presidenti del Consiglio non eletti, quanti "Governi" illegali dovremo sopportare in nome della "loro" fasulla democrazia?

Raoul Pontalti

Lun, 05/05/2014 - 18:57

Libertà75 ma sei capace di leggere non ciò che ho scritto io (non sei all'altezza...) ma ciò che ha affermato quel farneticante demagogo? Ha detto virgolettato che prenderebbe stranieri specializzati e senza dare in cambio assistenza sanitaria e scolastica. Per quanto riguarda quelli senza lavoro se dell'Unione europea (ed è bene ricordare che nell'intervista la polemica è contro i cittadini degli Stati meridionali dell'Unione europea) i cittadini stranieri sono a carico del proprio servizio sanitario nazionale che è tenuto a rimborsare il dovuto al SSN del paese comunitario che ha erogato le prestazioni (oppure rimborsare gli interessati delle spese sostenute). Se gli stranieri sono residenti e lavorano devono essere coperti da assicurazione sanitaria pubblica o privata del paese di residenza, se sono disoccupati per tutto il tempo della disoccupazione sono ugualmente coperti. Se gli stranieri invece bighellonano possono perdere la residenza, possono rimanere privi di copertura da parte del paese ospite (ma se cittadini UE dovrebbero essere coperti dal SSN del proprio paese, vedi per l'Italia da ultimo il D. Leg.vo 38/2014 attuativo della Direttiva 2011/24/UE)) e possono anche essere rimpatriati con l'equivalente del nostro foglio di via. Non servono quindi iniziative razzistiche che hanno solo il sapore della demagogia e sono inattuabili non solo per contrasto con la normativa UE ma anche con gli stessi interessi della nazione amministrata. Da ultimo: le prestazioni sanitarie indispensabili per salvare la vita e quelle a tutela della maternità e dell'infanzia sono comunque sempre garantite a tutti nei paesi civili.

fedele50

Lun, 05/05/2014 - 20:57

RAOULLE SCORNALDI, OGNI TUO COMMENTO EQUIVALE UN PETO, MA QUANTI FAGIOLI E BANANE HAI MANGIATO, LA SALUTE è TUTTO , SALUTI A LEI SCORNALDI RAOULLE. PRRRRRRRRR

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 06/05/2014 - 00:43

L'unico uomo politico straniero che ha capito di quali e quante porcherie sia stato vittima Berlusconi. L'unico che abbia avuto il coraggio di denunciare l'infame trattamento antidemocratico riservato da certa magistratura italiana al maggior rappresentante di un partito politico italiano. GLI AUGURO IL MASSIMO SUCCESSO CONTRO IL VERMINAIO FETIDO DEI BUROCRATI EUROPEI.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Mar, 06/05/2014 - 00:54

farage è l'unico pragmatico in una fila di obsoleti chiacchieroni

chiara 2

Mar, 06/05/2014 - 01:19

Pontalti...sei solo un misero cafone ignorante ed altezzoso

vince50_19

Mar, 06/05/2014 - 08:46

Come tutti i politici di questo mondo anche Farage è criticabile: ci mancherebbe altro che non lo fosse. Tuttavia il programma dell'Ukip fin dalla nascita è, in linee generali, di opposizione al centralismo burocratico della Ue e si articola in quattro punti fondamentali: 1. Libertà e cooperazione fra i popoli dei diversi Stati; 2. Maggiore democrazia e rispetto per la volontà popolare; 3. Rispetto per la storia, le tradizioni e i valori culturali dell’Europa; 4. rispetto per le differenze e gli interessi nazionali. Concetti del tutto erronei (c'è chi da noi che persegue cessione di sovranità a questa banda di personaggi in salsa massonica senza peraltro richiedere l'emanazione di una costituzione europea)? Forse c'è qualcuno che si rivede in queste dichiarazioni di Barroso? - http://www.pressnewsweb.it/2014/03/barroso-ammette-ue-pensata-apposta-per.html - Se, infine, c'è chi crede che il chiacchierone toscano riuscirà a far cambiare indirizzo alla Ue, mi sa che s'illude e sopravvaluta le bischerate di quest'ometto che dice una cosa e poi ne fa un'altra ("mai presidente del consiglio se non dopo elezioni politiche", salvo poi fare il contrario. Questo per dirne una..), ricordo che Van Rumpuy, in un'intervista recente rilasciata al quotidiano belga De Standaard, sostiene che anche se gli Stati Uniti d'Europa non siano uno scenario credibile e realistico, "l'intero territorio europeo a parte la Russia sarà nel lungo periodo inglobato nell'Unione Europea". Ha poi aggiunto: "se c'è il supporto da parte dell'opinione pubblica su questo, non lo so. Ma lo faremo lo stesso." Se qualcuno vuole i link posso indicarli e si tolga dalla testa che Renzi cambi alcunché (appartiene al "Cambiare tutto perché nulla cambi" di gattopardesca memoria, per mio conto)! Sono una banda di predatori questi plenipotenziari della Ue, in mano alla massoneria americana più reazionaria (Soros compreso). (1° invio)

Raoul Pontalti

Mar, 06/05/2014 - 11:25

Scusa gamma se interloquisco ma non Ti facevo così boccalone da credere alle scemenze di un'agenzia i stampa che fa sparare minchiate anonime riferendole (minchiate anonime!). Tu devi ricordare che attualmente riceviamo il gas russo dal hub di Baumgarten in Austria e continueremo a prenderlo da lì e per la medesima via (Tarvisio) con un nuovo gasdotto perché gli arrivi di gas previsti saranno più consistenti (se non salta tutto...) con Southstream (sempre che si faccia...). Nell'ipotesi di cui all'articolo della Reuters si paventa il salto della Slovenia (che è praticamente certo perché la Slovenia ha rotto i coglioni alla Russia) posto che l'ultima versione del tracciato balcanico è BG-SRB-H-A. La bufala del tagliare fuori l'Italia meridionale riguarda la TAP (Trans Adriatic Pipeline) che da BG via GR e AL giungerebbe in Puglia dove c'è Vendolino a mettersi di traverso, non la Germania. Di più: l'Italia non è eliminabile per la semplice ragione che ha costruito con Saipem e altra ditta sempre italiana il North Stream già funzionante, il Blue Stream che sotto il Mar Nero giunge in Turchia ed è l'unica che possa costruire il tratto sottomarino di South Stream per ragioni tecniche ed è altresì impegnata anche con Nabucco. L'Italia si può eliminare solo da sé con le proprie strette cazzate. Ma Ti sei mai chiesto perché l'unico capo di governo occidentale di rilievo a Sochi a presenziare ai Giochi olimpici fu Letta? Lo sapevi che mentre i Russi si prendevano la Crimea Saipem siglava nuovi accordi con Gazprom? Southstream dipende da cosa succede in Ucraina per i rapporti UE-Russia ma anche dai costi, pare due volte e mezza rispetto al Nabucco (che passa anche sotto il Caspio), mentre con Bluestream già mezzo pronto e con la costruzione del tratto che farebbe anche da via comune al Nabucco proveniente da Azerbaijan e Georgia, un'ottima alternativa a South Stream sarebbe alla fine la TAP con la IAP (Ionian Adriatic Pipeline) che correrebbe lungo AL-MNE-HR-SLO e a sua volta collegata con il WBR (West Balkanian Ring). L'Italia non è dunque tagliata fuori dalle mene sopratutto USA e anche di qualche socio europeo a Bruxelles (Francia...la stessa che ci ha sommamente rotto i coglioni in Libia mentre GB ce li rompe in Nigeria...), ma non certo la Germania. Da ultimo: di chi è la Reuters? Ed è filotedesca o filoUSA e filoIL?...

Ritratto di giubra63

giubra63

Mer, 07/05/2014 - 00:38

Pim Fortuyn ucciso, Haider incidente d'auto....(mah....) a chi tocca? a Farage, a Marine Le Pen? a Salvini a Magdi Alllam? non certo a grillo che é il giullare della casaleggio connection-sassoon (socio di casaleggio fino a settembre 2012) amico dei Sassoon compari dei Rothschild. Poveri italiani che pensano che grillo sia contro l'Euro e le banche. Ci sono candidati che difendono gli interessi italiani in Forza Italia, nella Lega Nord ed in Fratelli d'Italia, ma i grillini sono solo casinisti, no-tav, aderenti dei centri sociali manovrati da casaleggio & Co.

Ritratto di Chichi

Chichi

Ven, 09/05/2014 - 23:41

Dietro Grillo, ha ragione, oltre la protesta di facciata ci sono quelli, che via internet, gli hanno rifilato la maggioranza dei candidati poi eletti. Ascoltali in parlamento, quando non sono in vena di chiassate, i loro discorsi sembrano tratti dagli archivi di Rifondazione Comunista, di Comunisti Italiani e di Pecoraro Scanio. Spesso fanno eco SEL.