iPhone: come proteggersi dal Black Dot of Death

Un bug già visto in azione su Android, ma che su iPhone può avere un effetto di gran lunga più fastidioso, arrivando talvolta a bloccare completamente il telefono: ecco come proteggersi

A volte il pericolo si nasconde in quello che può sembrare un innocuo messaggio di chat o in un emoji. È quanto sta accadendo con quello che è già stato ribattezzato Black Dot of Death, un problema che ha colpito in un primo momento gli utenti dei dispositivi Android, ma che ora è arrivato a manifestarsi anche su iOS, più nel dettaglio sulle versioni 11.3 e 11.4 della piattaforma.

A differenza di quanto accaduto sugli smartphone con il sistema operativo di Google, gli iPhone sembrano soffrire maggiormente il bug, che in alcuni casi arriva addirittura a causare il blocco completo del device. Per certi versi si è di fronte a una situazione molto simile a quella verificatasi nei mesi scorsi con il carattere indiano Telugu.

La causa è da ricercare nell’impiego della codifica Unicode e nella sua gestione all’interno dell’app iMessage: sebbene l’utente osservi solo un punto di colore nero, vi sarebbero in realtà centinaia di altri caratteri nascosti e responsabili del freeze. Talvolta il problema arriva a rendere il software inutilizzabile anche in seguito a un riavvio forzato dello smartphone.

Se si è in possesso di un modello con 3D Touch - dal 6S in poi - bisogna anzitutto chiudere l'applicazione, premere con intensità sull'icona per riaprirla, selezionare la voce "Nuovo messaggio” e infine eliminare la conversazione fonte del problema. Per i device senza 3D Touch ci si può invece affidare a Siri, chiedendo all'assistente virtuale di mandare risposte al mittente del messaggio corrotto finché questo non scompare definitivamente dalla schermata principale, procedendo poi anche in questo caso all'eliminazione della chat.