In Iraq la guerra è finita: parte l'ultima brigata Usa Restano forze d'appoggio

La
guerra in Iraq, durata circa sette anni e mezzo, è virtualmente
finita: partita l’ultima
brigata da combattimento americana dal territorio iracheno. I militari hanno un ruolo di assistenza e di
addestramento: <strong><a href="/video/iraq_guerra_e_finito_rientro/id=iraq_rientro">guarda il video</a></strong>

Baghdad - Con la partenza dell’ultima brigata da combattimento americana dal territorio iracheno, la guerra in Iraq, durata circa sette anni e mezzo, è virtualmente finita. Le immagini diffuse dalla Nbc hanno mostrato i 4mila soldati americani della Quarta Stryker Brigade della Seconda divisione di fanteria che nel corso della notte hanno attraversato il confine tra Iraq e Kuwait. Il calendario dell’amministrazione Obama prevede che dopo il 31 agosto restino in Iraq 50mila militari senza funzioni di combattimento ma solo con un ruolo di assistenza e di addestramento.

Il calendario di Washington Entro la fine del 2011, secondo l’accordo siglato tra Washington e Baghdad, l’insieme delle truppe americane sarà fuori dall’Iraq. Il portavoce del Dipartimento di Stato, Philip Crowley, parlando in diretta sulle immagini del passaggio della frontiera dell’ultimo blindato Usa, ha evocato un «momento storico», sottolineando comunque che l’impegno americano in Iraq resta fondamentale: "Non mettiamo fine al nostro impegno per l’Iraq, abbiamo ancora un importante lavoro da fare". Il conflitto iracheno, costato la vita a 4.400 soldati americani e nel quale gli Stati Uniti hanno versato mille miliardi di dollari "ha avuto dei costi enormi". "Abbiamo investito pesantemente in Iraq e dobbiamo fare tutto quello che ci è possibile per salvaguardare questo investimento e per garantire all’Iraq e ai Paesi vicini una situazione pacifica utile ai nostri interessi e ai loro", ha dichiarato ancora Crowley. Con una lettera datata 18 agosto, il presidente degli Stati Uniti Barack Obama commenta la fine della missione di combattimento in Iraq: "Oggi, ho il piacere di annunciare che grazie a un servizio straordinario delle nostre truppe e dei nostri civili in Iraq, la nostra missione di combattimento si concluderà entro questo mese e che stiamo per ultimare un ritiro sostanziale delle nostre truppe".