Iraq, kamikaze fa strage: 9 vittime e 31 feriti

Nove persone sono morte e altre 31 sono rimaste ferite questa mattina in seguito a un attentato suicida messo a segno in una località ad una trentina di km a Sud di Baghdad ai danni di un gruppo di attivisti anti Al qaeda<br />

Baghdad - Un kamikaze si è fatto esplodere in mezzo a un gruppo di miliziani sciiti in coda per la paga in una caserma a sud di Baghdad. Il bilancio è di 9 morti e 31 feriti tra gli uomini della Sahwa, una gruppo sostenuto dagli americani che si è schierato apertamente contro al Qaeda e gli altri gruppi che alimentano l’insorgenza. L’attentatore suicida è entrato in azione a Iskandariya, 40 chilometri a sud di Baghdad, un tempo parte di quel "triangolo della mort" in cui i fondamentalisti sunniti prendevano di mira la comunità sciita. I miliziani avevano atteso a lungo la paga: i ritardi sono al centro delle frizioni tra gli uomini di quelli che sono anche noti come ’Consigli del risvegliò e il governo centrale. Molti miliziani sono ex guerriglieri che temono ancora la vendetta del governo di Baghdad. Fino all’anno scorso le loro paghe erano gestiti dagli americani che da gennaio ha passato la gestione della Sahwa alle autorità nazionali.