La Juve agguanta il pari al 91' ma il distacco dall'Inter è invariato

Fra Juve e Inter finisce 1-1. Dopo il vantaggio di Balotelli e l'espulsione dello juventino Tiago, i bianconeri hanno pareggiato con Grygera. Mourinho: noi i migliori<br />

Torino - Niente "impresa" della Juventus che non riesce a fermare la corsa scudetto dell'Inter, anche salv alameno l'onore, nel big match in casa contro la capolista. Finisce 1 a 1 e fra le due squadre le distanze restano invariate. Dopo il gol del vantaggio firmato da Balotelli e l'espulsione dello juventino Tiago, i bianconeri hanno raggiunto il pareggio quando erano in 10 con Grygera, al 91'. In classifica l'Inter (74 punti) resta a +10 sulla Juve (64 punti).
I gol Al 18' st: tre passaggi a uscire dall'area, Cambiasso, Ibrahimovic, Muntari dal fondo e Balotelli dalla parte opposta mette dentro. Al 46' st: angolo bianconero, svetta Grygera e di testa infila in diagonale.

Balotelli: scudetto? aspettiamo che il Milan batta la Juve... "Il campionato non è ancora chiuso, noi dobbiamo continuare a far bene come abbiamo in casa buianconera, abbiamo giocato bene con un'unica distrazione in difesa. Dobbiamo rimanere concentrati, solo così avremo lo scudetto in mano". Lo ha detto a Sky, Mario Balotelli, al termine della sfida all'Olimpico di Torino. "Il mio carattere è questo - ha aggiunto l'autore del vantaggio interista, rispondendo a una domanda sulla sua reazione nervosa dopo il fallo che è costato l'espulsione a Tiago -. Se mi provocano, non sempre reagisco, ma se mi provocano... Scudetto? Se il Milan batte la Juve possiamo pronunciare quella parola".

Mourinho: noi i migliori "Mi piace giocare nello stadio di una squadra storica, pareggiare e vedere tutta la gioia di una compagine che torna a casa con un vantaggio di 10 punti. L'Inter ha dimostrato perché si trova in testa alla classifica, perché è la migliore, la più forte". Parola di José Mourinho, che commenta a Sky il pareggio. "Il calcio è il calcio e ne abbiamo avuto la prova, subendo un gol alla fine. La matematica ancora non ci dà ragione e non ci assegna lo scudetto. Nel gol marcavamo tutti, ma è arrivato Grygera come uomo-extra in area ed ha segnato il pareggio. La partita, però, era sotto il nostro controllo - ha aggiunto l'allenatore nerazzurro -. La gioia della Juve a fine match è una grandissima dimostrazione di stima per noi". "Se sono soddisfatto dalla prova di Balotelli? Ha fatto i movimenti che avevamo provato - ha concluso Mourinho - ma non mi piace che parli con arbitro. Capisco che è un ragazzo di 18 anni, con una pressione addosso di un certo tipo; deve comunque rimanere concentrato e non fare caso ai cori razzisti".