L’economia del mare vale 48 miliardi

SUCCESSO DELLO "YACHT MED FESTIVAL" DI GAETA Zottola (Cciaa di Latina): "Strategica, con la Blu Economy, per lo sviluppo del Mediterraneo"

L’appuntamento è ancora lontano, ma l’organizzazione è già in moto. Torna a Gaeta - 21-29 aprile prossimi - l’ormai tradizionale evento «Yacht Med Festival». Fiera internazionale dell’Economia del Mare e della Blue Economy, la manifestazione va sempre più caratterizzandosi come modello multidisciplinare che integra, in un unico grande cluster fatto di imprese e istituzioni, comparti che vanno dalla nautica da diporto al turismo, dalla pesca ai trasporti, dalla logistica all’artigianato artistico, dall’enogastronomia alla portualità, dalla cultura alla formazione. Ideato dalla Camera di Commercio di Latina, infatti, lo Yacht Med Festival amplia di anno in anno la quantità e la qualità dei partner istituzionali, associativi e privati che lo sostengono. «Oggi l’Economia del Mare - dice Vincenzo Zottola, vicepresidente Unioncamere Lazio e presidente della Camera di Commercio di Latina - secondo i dati Unioncamere, produce in Italia circa 48 miliardi di euro, dimostrando di rivestire una grande importanza all’interno del sistema economico nazionale. Con 15 miliardi di euro di esportazioni e 12 miliardi di investimenti, occupa oltre 80mila imprese e 670mila addetti. Grandi numeri che confermano l’importanza strategica di tutti i settori legati alla risorsa mare, avvalorando la nostra scelta di investire sul progetto di portata internazionale che trova nello Yacht Med Festival la sua sintesi e la sua prestigiosa vetrina». Per Zottola, cultura del mare, valorizzazione dei territori, innovazione e sostenibilità, «sono i pilastri su cui poggia il nostro disegno strategico capace di unire imprese, territori e istituzioni del Mediterraneo e di integrare in un unico evento settori diversi, ma legati dalla risorsa mare. È questa la chiave innovativa che fa dello Yacht Med Festival l’evento dell’Economia del Mare e della Blue Economy». Con 25mila metri quadrati di superficie espositiva, 18mila operatori coinvolti e oltre 1000 aziende rappresentate, Yacht Med Festival offre grandi e nuove opportunità di business. La sua evoluzione nel tempo ne fa un vero e proprio laboratorio in cui operatori e professionisti del Mediterraneo si confrontano per dare al progetto tutti gli elementi necessari per essere un efficace strumento di sviluppo e quindi di crescita. «La risposta da parte degli appassionati che affollano ogni anno sempre più numerosi la città di Gaeta - conclude Zottola - conferma che stiamo proseguendo nella giusta direzione. Con oltre 100mila visitatori e 8 milioni di indotto, lo Yacht Med Festival è ormai a pieno titolo uno dei grandi eventi tra i più importanti del nostro Paese. Straordinaria la sua capacità di attrarre e integrare imprese, prodotti, progetti e idee nuove. Tutto questo ci convince, ci esorta, ci stimola a porci obiettivi sempre più ambiziosi, anno dopo anno, puntando soprattutto sulla competitività dei territori. Per l’edizione della prossima primavera, intendiamo ampliare la rete e rafforzarne la qualità per fare sempre di più dell’Economia del Mare e della Blue Economy il centro delle strategie di sviluppo del Mediterraneo, partendo dalle imprese».