L’Empoli domina con il poker di Pozzi Il Cagliari sempre di più allo sbando

da Empoli

Sembra funzionare la cura Malesani. Dopo aver superato la Juve(2) in coppa ecco un segnale forte per i concorrenti alla salvezza. Il Cagliari esce frastornato, anzi annichilito, dopo una gara giocata tutta in salita. Pozzi fa quattro reti, sbaglia la quinta perchè Marruocco si salva con l'aiuto del palo, ma è tutta la formazione toscana ad apparire rivitalizzata. Malesani ha rischiato con la promozione di Marchisio e Giovinco, nonchè con la decisione di preferire Pozzi a Saudati: ma alla fine il campo gli ha dato ragione. Il Cagliari poi ha dato una mano organizzando un suicidio collettivo in una gara fondamentale per la classifica. Dopo 10 minuti i rossoblù erano già al tappeto per l'errore di Agostini che regalava il pallone al rapinatore Pozzi e per la girata con cui lo stesso centravanti eludeva, 8 minuti dopo, l'intervento di Lopez. Sonetti inutilmente si sbracciava dalla panchina, la squadra non rispondeva. Spento l'ex Foggia, mai in partita l'argentino Larrivey, un centrocampo sempre soverchiato dagli avversari. Il presidente rossoblù ha lasciato il Castellani visibilmente irritato: una condizione psicologica che però non dovrebbe sfociare nella maleducazione. Essere milionario e presidente di società, nonchè rappresentante di lega, non può esimere il gran patron rossoblù dal tenere un comportamento corretto con chi gli rivolge, educatamente, domande sulla prestazione della sua squadra.