L’Eurolega chiama: nuovi acquisti per la Lottomatica?

La Coppa Italia è archiviata. Obiettivo relativo quello di festeggiare una promozione: solo poche settimane fa, la presidenza societaria aveva accolto con grande soddisfazione la qualificazione alle Finali di Bologna come se il solo fatto di aver strappato il biglietto per le partite di Casalecchio di Reno rappresentasse onorificenza da ostentare. In realtà, ci mancherebbe pure che una formazione come quella di coach Repesa non si qualificasse per il weekend bolognese. È andata male. Perché è toccato Treviso; perché Roma è arrivata all’appuntamento spremuta dalle fatiche mentali di Eurolega; perché la formazione non è ancora completa con due innesti che a breve dovrebbero andare a rafforzare il roster; e perché la sciagura si è infine accanita contro il giocatore più rappresentativo: Bodiroga. Alla fine, ne è scaturita una partita che fino all’infortunio del fuoriclasse serbo era ancora ben alla portata della Lottomatica. Quando però la mano destra del divino serbo si è fermata a causa di un infortunio tanto raro quanto doloroso, a quel punto si è ben capito che nonostante la grande serata di Hawkins e di Chatman, il sipario era inevitabile per questa avventura 2007 in Coppa Italia della formazione capitolina.
Fortunata nella sfortuna la formazione di Repesa, perché il dito anulare del divino non si è fratturato, con lo stop dovuto a una sublussazione che clinicamente imporrebbe comunque una pausa ai box almeno di 15 giorni. L’utilizzo del condizionale è dovuto alla ferrea volontà del giocatore che non solo rientrerà ben prima dei 15 giorni previsti dallo staff medico, ma che addirittura è rientrato in campo nella stessa gara di Bologna nella quale si era infortunato poco prima, a dimostrazione dell’enorme professionalità del giocatore e dell’uomo. Bodiroga vuole partecipare a tutti i costi all’esordio di Eurolega di mercoledì prossimo contro il Pau-Orthez: difficile ma probabile. Nel frattempo domani alle 12, la Lottomatica dovrà presentare la lista definitiva dei giocatore che parteciperanno alla seconda fase dell’Eurolega: la Top16. Intuitivo pensare che entro domani la società di patron Toti dovrebbe finalmente presentare uno, se non due elementi che da tempo sono in procinto di essere scelti per andare a rinforzare un roster che manca ancora di un tiratore puro tra gli esterni e di un centro dominante sotto canestro. Schortanidis e Basile i sogni: Mottola e Mancinelli i probabili.