L’Università Iulm è il vero polo d’eccellenza

Quattro facoltà, cinque corsi di laurea triennale, sei corsi di laurea magistrale, numerosi master. L’università Iulm è il polo di eccellenza per la formazione nei settori delle lingue, della comunicazione, del turismo e della valorizzazione dei beni culturali (ambiti professionali oggi molto ricettivi e particolarmente stimolanti).
Numerose e interessanti le novità che l’ateneo ha in serbo per il prossimo anno accademico. La prima coinvolge in maniera diretta i propri studenti: verranno infatti introdotte nuove fasce di reddito pensate appositamente per facilitare l’accesso ai corsi. L’ateneo infatti, consapevole delle difficoltà delle famiglie italiane durante questo lungo periodo di crisi economica, ha deciso, di rendere più accessibile la propria offerta formativa portando a quattro, dalle tre precedenti, le fasce di reddito di riferimento per le iscrizioni ai corsi di laurea. La nuova fascia si rivolge agli studenti provenienti da famiglie con un reddito fino a 30mila euro, abbassando i relativi costi d'iscrizione rispetto al passato.
Altra importante novità, che si inquadra in un’ottica di gestione efficiente ed efficace dell’ateneo, è la stipula di un accordo con le organizzazioni sindacali per il rinnovo del contratto aziendale collettivo di lavoro per il personale ausiliario, tecnico e amministrativo dell’ateneo, che prevede l’introduzione di un sistema premiale ad personam al posto degli scatti di anzianità. Non è cosa da poco: Iulm è il primo ateneo non statale lombardo a siglare un contratto di lavoro con queste caratteristiche.
Valorizzare e sviluppare gli spazi del Campus: questo è un altro dei principali obiettivi che l’università Iulm si pone per il prossimo futuro. Non solo parole: ha appena preso corpo Iulm Open Air, un importante progetto volto a qualificare gli spazi aperti del Campus esaltando la loro vocazione di aggregazione e adibendoli a luoghi preposti a ospitare esposizioni artistiche godibili dal mondo Iulm ma anche da tutta la cittadinanza. Le due «piazze» principali dell’ateneo diventano periodicamente vere e proprie gallerie a cielo aperto preposte ad accogliere mostre ed esposizioni.
Proprio in questi giorni sono esposte negli spazi dell’università le installazioni del già affermato Helidon Xhixha, artista albanese che realizza sculture in acciaio inox, e dell’emergente italiana Paola Michela Mineo, che calca corpi delle persone in scala 1:1 (l’esposizione è aperta al pubblico fino al 30 luglio).
Con il ciclo «Conversazioni con...» l’università Iulm propone una serie di appuntamenti con professionisti affermati nei settori di riferimento dei sei corsi di laurea magistrale. Aneddoti, suggerimenti, esperienze passate e prospettive future: intervistati da ex studenti dell’ateneo, gli ospiti si raccontano al pubblico in modo schietto e mai scontato ripercorrendo le tappe fondamentali del loro percorso professionale.
Ecco i prossimi incontri organizzati dall’Università Iulm. Il programma prevede iniziative dedicate ai Corsi di Laurea magistrale in arti, patrimoni e mercati (Traduzione specialistica e interpretariato di conferenza (martedì 22 giugno, ore 16.30, aula 401); Marketing, consumi e distribuzione commerciale (martedì 29 giugno, ore 16.30, aula Seminari).