Laboratori, giochi e tanto teatro aspettando la scuola

Il Teatro Verde organizza a Villa Pamphilj letture di fiabe e laboratori di danza e musica

Cosa far fare ai nostri piccoli in attesa dell’inizio della scuola? Se lo stress del «dopo-vacanza» colpisce la maggior parte degli adulti, tanto più esercita il suo peso su bambini e ragazzi, fino a qualche giorno fa liberi di scorazzare su spiagge e prati e adesso ripiombati nell’afa cittadina. Dunque, guardiamoci intorno alla ricerca di manifestazioni ed eventi pensati per loro. Le occasioni non mancano, anzi. Oltre alla rassegna «La città in tasca» in corso di svolgimento al Parco San Sebastiano (ne abbiamo parlato di recente proprio in questa pagina), spetta al fantasioso Teatro Verde animato da Veronica Olmi l’idea di un festival di libri, letture, spettacoli, laboratori, danza e musica organizzato nel cuore di Villa Pamphilj e dedicato al tema «i popoli del mondo». Il divertente titolo della manifestazione suona «Ai 4 venti 4 eventi alle 4 e venti» e decifrarlo non è difficile: ogni sabato e domenica pomeriggio alle 16,20 spettatori grandi e piccini sono attesi sotto l’Arco dei Quattro Venti dello splendido parco capitolino per partecipare a giochi di parole, letture di fiabe di tutto il mondo, atelier manuali, sensoriali e artistici, momenti di danza, musica e folklore, proposte teatrali attinte alla migliore produzione italiana in fatto di teatro-ragazzi (entrata libera). Il tutto all’insegna dei quattro punti cardinali: richiami simbolici ad un Nord, Sud, Est e Ovest del mondo dove le differenze si annullano e la ricchezza espressiva di ogni popolo diventa patrimonio comune e condiviso.
Sempre il Teatro Verde sarà la vivace anima creativa, poi, di un evento speciale inserito nell’ampio cartellone della Notte Bianca dell’8 settembre e costruito anch’esso, in orario diurno, intorno allo spazio verde di Villa Pamphilj. Si tratta de «Il paese dei bugiardi», una sorta di mondo fantastico e immaginifico popolato dai celebri mentitori delle fiabe (primo fra tutti, ovviamente, Pinocchio) all’interno del quale i giovani ospiti potranno conoscere più da vicino personaggi a loro già noti, scatenandosi anche in una giocosa caccia al tesoro da fare con mamma e papà (appuntamento alle 15). Si prevedono iniziative fino alle 20 e poi la parola passerà al palcoscenico: allorquando il Teatro della Tosse di Genova e Marco Baliani presenteranno le loro accattivanti letture collodiane. C’è da dire, inoltre, che questa iniziativa è solo una delle tante proposte pensate per intrattenere i giovani e i giovanissimi desiderosi di partecipare alla grande festa cittadina di sabato 8. Se, ad esempio, i vostri figli dovessero optare per un divertimento non scevro da approfondimenti culturali, dirottateli sulla libreria Mel Giannino Stoppani di piazza SS. Apostoli, dove alle 21 è previsto un laboratorio di astronomia (età consigliata 7-11 anni).
Infine non dimenticate la soluzione «Explora»: il poliedrico museo dei bambini di via Flaminia (aperto anche in questi giorni di fine agosto) è un luogo davvero simpatico dove poter giocare, muoversi in libertà e imparare cose interessanti sulla vita quotidiana e sui doveri dei bravi cittadini di domani. Basti vedere con quanto interesse i giovani ospiti frequentano le aree che simulano la realtà (la banca, l’ufficio postale, il supermercato, il camion dei pompieri) o l’attraente vasca centrale con tanto di dighe o, ancora, gli spazi dedicati alla Comunità europea, alla produzione del latte, all’informatica, allo sport.