Dopo l'aggressioneCassano chiede scusaalla troupe di Telenord

<p>Fantantonio ammette: "Colpa di un attimo di nervosismo". E si scusa con la giornalista e il cameraman dell'emittente </p>

Che Antonio Cassano non abbia un carattere facile non è certo notizia di oggi. Il calciatore barese, noto per essere abbastanza "vivace", è stato vittima ieri di un equivoco che di certo non ha contribuito a modificare la sua fama in questo senso.

Il calciatore milanista si trovava a Quinto, nei pressi di un bar, insieme alla famiglia. Vicino a quel bar si trovavano accidentalmente anche una giornalista, Jessica Nicolini, e un operatore video, Edoardo Elemento. Entrambi dell'emittente ligure Telenord, i due stavano realizzando alcune interviste in vista delle prossime elezioni comunali del paese, nel tentativo di raccogliere le impressioni dei cittadini.

Nulla di strano. E soprattutto nulla a che vedere con una "paparazzata" al calciatore. Peccato che Antonio questo non lo sapesse. Convinto di essere l'oggetto delle riprese, Cassano non ha esitato ad aggredire i due giornalisti, increduli. Urla, spintoni, tra lo sbigottimento dei passanti, accorsi mentre il calciatore spintonava il cameraman, mentre la giornalista di Telenord tentava inutilmente di spiegare che erano lì per tutt'altro motivo, che c'era stato sicuramente un equivoco.

"Cassano ci deve delle scuse", aveva dichiarato ieri la giornalista, ricordando che stava solo "facendo un sondaggio". Cassano, continua, "ha aggredito il mio operatore dicendogli che gli avrebbe spaccato la faccia". Ironico il commento dell'Associazione giornalisti della Liguria, che commenta la vicenda con un "siamo contenti che Antonio Cassano si stia riprendendo bene dal serio problema di salute che lo ha colpito qualche tempo fa".

Ma oggi, il giorno dopo, la situazione sembra si sia già ricomposta. Fantantonio si è scusato pubblicamente con la troupe della televisione ligure.