L'amica non è solo geniale, è anche eterna

Non è facile levare lo scettro di monarca dell'estate in libreria al «Re» Camilleri. Il quale, infatti, se l'è prontamente ripreso. Questa settimana Il metodo Catalanotti (Sellerio) è tornato in cima alla Top ten con 10mila e 470 copie. Camilleri in effetti vende qualche centinaio di copie in più rispetto alla settimana scorsa, mentre cala un po' nelle vendite Helena Janeczek: La ragazza con la Leica (Guanda), una biografia della fotografa Gerda Taro, si attesta sulle 9mila e 800 copie. Quindi la distanza dal giallista siciliano resta minima e non è detto che le prossime settimane non ci regalino altri sorpassi che movimentino i piani alti della classifica.

Decisamente più staccato l'altro giallista Marco Malvaldi. A bocca ferme (Sellerio) è stabile in terza posizione grazie alle sue 7mila e 217 copie. E se si sommano Camilleri e Malvaldi si può ben dire che Sellerio, casa editrice che dei gialli è specialista, è in quest'estate l'editore che sta decisamente dominando nelle librerie. Anche al quarto posto, del resto, troviamo un giallo. C'è Maurizio De Giovanni con Il purgatorio dell'angelo. Confessioni per il commissario Ricciardi (Einaudi). Buona sulla lunga durata la performance di De Giovanni, però a questo punto galleggia sulle 4mila e 700 copie, che non bastano a riportarlo nel terzetto di testa. E a proposito di lunga distanza... Alcuni libri sono come Connor Macleod del film Highlander: ovvero immortali. No, questa volta non stiamo parlando delle Storie della buona notte per bambine ribelli (né del primo volume né del secondo), ma di qualcosa di ben più antico. L'amica geniale (e/o) della fantomatica Elena Ferrante ricompare al quinto posto con 3mila e 161 copie. Un libro che entra in Top ten dal 2011 è un vero fenomeno. Tanto più che al nono posto compare un altro volume della saga: Storia del nuovo cognome. L'amica geniale (e/o) con quasi mille e 700 copie.