L'amore ha più gusto a lume di candela

Menu passionali e location da favola Gli ingredienti preferiti? Cioccolato fondente, cibi piccanti oppure burrosi Ecco gli indirizzi più romantici per una serata davvero speciale

Dominique AntognoniPer chi ricerca i piaceri della tavola. Per chi sogna e insegue l'attimo perfetto. Per chi ama la poesia e le cene a lume di candela, per chi desidera stupire con un piatto e condividerlo. Ecco qualche consiglio per vivere un San Valentino da favola anche a tavola.Alessandra Civilla, giovanissima e grintosa chef salentina, propone un menu passionale e vulcanico come lei, un'esplosione di aromi: gusti e profumi capaci di trasportarti su una spiaggia battuta dal vento in Puglia. «Il mio ristorante, Alex, in pieno centro di Lecce, nella Piazzetta Arco di Trionfo, è un locale versatile che piace alle coppie romantiche e alle più giovani. Sorprendente il cappelletto pomodorino e mozzarella di bufala su ristretto di pomodoro ciliegino profumato al basilico turco». C'è intensità, colore, contrasto e magia: un po' come lei, una chef alla continua ricerca della perfezione, attratta dai contrasti e dai cibi crudi.A Roma, zona Parioli, Pierluigi Gallo, 32enne allievo di Niko Romito, ha creato un piatto pensando alla moglie, Roberta: «Ci siamo appena sposati, ovvio che ho lei davanti agli occhi. Il risotto con menta, cioccolato fondente, porcini è per una donna che ama l'avventura, una donna vivace, provocante. La scelta degli ingredienti è un'avventura, per le coppie che amano osare».Giancarlo Morelli, l'istrionico chef stellato del ristorante Pomiroeu, a Seregno, punta sul piatto ironico e afrodisiaco, che accende il desiderio: spaghetti aglio, olio e peperoncino, cime di rapa, finanziera di pollo e pesto di arachidi: «È succulento, una ricetta piccante, c'è tutto l'immaginario legato al cibo passionale come nella migliore tradizione, dal peperoncino alle texture morbida e burrose, dai profumi inebrianti fino allo forma della pasta, lo spaghetto. A rendere uniche le storie d'amore, si sa, spesso è anche la capacità di prendersi in giro con lievità, con un sorriso: ecco allora le arachidi, un invito subliminale ad aumentare la massa muscolare grazie anche alla carne di pollo e di gallo. Una ricetta da replicare a casa o da gustare ancora qui, al Pomiroeu, magari prenotando in esclusiva la cantina, un angolo intimo, di grande suggestione».Da parte sua, Roberto Conti, executive chef al Trussardi alla Scala, cerca strade più intriganti: «Ho inventato un piatto ruffiano, come deve essere un uomo. Inoltre le donne sono molto estete e dunque mangiano molto anche con gli occhi. In una stagione come l'inverno, con dei colori bassi, puoi suscitare sussulti ed emozioni giocando con il viola (la patata), rosso (l'arancia rossa), corallo (l'astice) e rosa (la barbabietola)».Amore pieno di contaminazioni asiatiche al Wicky's, dove ogni piatto sa di promessa eterna e paradiso: per San Valentino propone un capolavoro, il pagello con crema di lemongrass, zucchine e crema di borragine: ideale per una donna sofisticata, esigente, gourmet e per un uomo che non vorrebbe deluderla mai.Novità stellate arrivano anche dall'hotel Chateau Monfort, dove, proprio a cominciare con San Valentino, la ristorazione sarà firmata Venissa, locale della famiglia Bisol. Lo chef Andrea Asoli porta la sua cucina premiata dalla guida Michelin e propone l'orata allo zafferano: «L'ispirazione prende spunto da una ricerca che ha come ispiratrice Isabel Allende e il suo libro «Afrodita», in particolare il capitolo Erbe Proibite. L'uso di erbe e spezie stimolatrici dei sensi mi affascinano», racconta. E la magia è servita.Al Pier52, a due anni dall'apertura all'ombra dell'Arco della Pace, a Milano, non manca il menù per innamorati a base di pesce. Dal Baccalà mantecato, scaloppa di foie gras e novella all'olio di pomodoro al Chitarrino mantecato alle acciughe, cipollotto, pane raffermo e salmone, dall'Orata selvaggia in cartoccio con pomodorino, finocchietto, limone, cappero e patate al Merluzzo trancio alto arrostito con crema di peperoni bruciati e patate viola. E per non lasciare nulla al caso, in carta anche la «complicità afrodisiaca» del tartufo nero in un esilarante Spaghetto cacio e pepe con tartufo nero e del cioccolato nella golosa Zuppa di cioccolato proposta tra i dolci.