Lanciato il telescopio "Keplero": darà la caccia a pianeti con la vita

Iniziata la missione del telescopio spaziale che durerà 4 anni. In orbita attorno al sole, osserverà centinaia di pianeti. Ne troverà uno simile alla Terra?

Cape Canaveral E' iniziata l'avventura scientifica del telescopio "Keplero" lanciato stanotte dalla Nasa ed entrato regolarmente in orbita, che ha il compito di dare la caccia a pianeti simili alla Terra. Al termine del suo viaggio "Keplero" (che porta il nome del celebre astronomo) orbiterà attorno al sole e inizierà le sue osservazioni che dureranno quattro anni, trasferendo i dati a terra.

Lo scopo, scoprire se esistono nell'universo altri pianeti in grado di ospitare la vita. Il telescopio spaziale potrebbe portare alla scoperta di oltre un migliaio di pianeti orbitanti attorno a stelle nelle costellazioni del Cigno e della Lira.

"Keplero farà un censimento planetario - ha spiegato lo scienziato della Nasa Jon Morse - Le sue scoperte potrebbe cambiare in modo fondamentale il modo in cui l'umanità vede il suo posto nell'universo".

"Keplero" è dotato di un telescopio di quasi un metro di diametro in grado di operare in condizioni vantaggiose rispetto a quelli sulla Terra, senza problemi di nuvole o di luce solare. Gli studiosi della Nasa sperano che la missione, costata poco meno di 600 milioni di dollari, porti a catalogare alcune centinaia di pianeti delle dimensioni di Giove, almeno una cinquantina di pianeti dalle dimensioni simili alla Terra e alcune decine di pianeti più piccoli (tipo Mercurio). Tutti dovranno avere la caratteristica comune di orbitare intorno alla loro stella a distanza media, essere non tropo caldi o troppo freddi, con possibilità quindi di sviluppare potenzialmente le condizioni per la esistenza della vita.

Il sofisticato telescopio è in grado di percepire le variazioni luminose causate dal passaggio di un pianeta davanti alla sua stella inviando agli scienziati dati che possono indicare sia le dimensioni del pianeta sia la durata della orbita intorno alla stella. "E' come misurare la grandezza di un moscerino fotografato mentre transita davanti al faro di una vettura", ha sottolineato lo scienziato Morse. Nell'arco della sua missione Keplero prenderà in esame circa 100 mila stelle scegliendo le più promettenti per la caccia al pianeta di ET, il simbolo della vita extra-terrestre protagonista del famoso film di Spielberg.