L'appetito vien mangiando...Milan e Inter sul mercato per tornare ai vertici

Reduci da un confortante inizio per gli uomini di mercato delle Milanesi non c'è sosta. Squadre in crescita e scout a setacciare il mercato alla ricerca degli elementi necessari per colmare il gap con Juve e Roma

Il 22enne Fabian Schär, promettente centrale svizzero obiettivo di Ausilio

Il mercato estivo si è da poco concluso, ma questo non significa ovviamente che gli uomini mercato delle Società si siano fermati. Tale assioma è applicabile ovviamente a tutti i club, ma in particolar modo a quelli più blasonati e a quelli che oggi come oggi, pur avendo fatto la storia del calcio nostrano e mondiale, sono in cerca di rilancio. Il pensiero va ovviamente alle due Milanesi, protagoniste di un buon avvio di stagione, che fa sperare i tifosi, ma che non ha certo fatto credere ai rispettivi dirigenti che il lavoro di rafforzamento delle rose a disposizione dei propri allenatori sia concluso.

Per quanto riguarda il Milan, Galliani ha recuperato credito tra i tifosi dopo il gran colpo a parametro zero costituito da Menez, che in questo avvio di stagione sta letteralmente trascinando i compagni. Se poi anche Torres, non ancora sceso in campo per un infortunio, dovesse rivelarsi un acquisto azzeccato, ecco che la tanto bistrattata politica dei "parametri zero" verrebbe rivalutata del tutto. Tuttavia la dirigenza rossonera non ha intenzione di aspettare di comprendere se Torres sia stato un buon colpo o meno e pare voler continuare nella politica degli svincolati: la Società avrebbe infatti quasi chiuso l'accordo per portare alla corte di Inzaghi il giovane Suso, mediano spagnolo classe 1993 considerato uno dei giocatori più promettenti nel suo ruolo tra quelli nati dopo il 1991. Il giocatore non riesce a trovare spazio nel Liverpool e avrebbe quindi deciso di provare l'avventura italiana, tentato anche dalla possibilità di poter lavorare con un tecnico giovane come Pippo Inzaghi. La concorrenza era molto forte, specie da parte di alcuni club della Liga, ma il Milan pare ormai aver chiuso l'affare, trovando l'accordo con il giovane mediano, il quale si accaserà a Milanello per i prossimi quattro anni e guadagnerà una cifra che in totale dovrebbe aggirarsi sui 4 milioni di euro.

Se il Milan si dà da fare, l'Inter di Thohir attraverso Piero Ausilio non sta a guardare. Il dirigente nerazzurro, in odore di rinnovo per altri due anni dopo il buon mercato estivo messo in atto sia in entrata che in uscita, sta vagliando i nomi di diversi giovani talentuosi dal costo accessibile per le disponibilità finanziarie della società meneghina. Uno dei nomi più seguiti è quello di Schar, centrale elvetico classe 1991 in forza al Basilea e autore di un ottimo inizio di stagione. Il giocatore, che interessa anche al Borussia Dortmund, ha però un costo che attualmente è fuori dai parametri della società milanese, ma Ausilio ha due carte da giocare: una è quella di qualche cessione a Gennaio con cui fare un po'di cassa e l'altra risponde al nome di Walter Samuel, arrivato quest'anno al Basilea e che potrebbe convincere il giovane compagno di reparto a scegliere l'Inter.