L'Arabia Saudita giustizia l'Imam. Ira degli sciiti: in fiamme consolato

Proteste e scontri in Iraq, Yemen e Bahrein, in Iran incendio in una sede diplomatica di Riad

Scoppia la rabbia contro l’Arabia Saudita, che ha annunciato di aver giustiziato 47 presunti terroristi tra cui l'influente imam sciita Nimr al-Nimr.

Il religioso era stato arrestato nel luglio 2012 per aver sostenuto l'agitazione di gruppi terroristici contro le autorità saudite della città, ma è stata l'esecuzione della condanna a morte a far montare le proteste soprattutto in Iran, Bahrain, Libano e Iraq. In particolare nella città iraniana di Mashhad alcuni manifestanti hanno assaltato il consolato saudita: prima si sono riuniti davanti alla sede diplomatica e hanno scandito slogan contro le autorità dello Stato arabo, poi hanno bruciato la bandiera di Riad, provocando un incendio.

Stessa situazione in serata a Teheran, dove diversi manifestanti hanno fatto ingresso nell'ambasciata saudita e hanno dato fuoco all'edificio. Lo riferiscono diversi profili Twitter di giornalisti iraniani.

Tutto l'Iran, ha reagito condannando fortemente l'esecuzione dell'imam e minacciando l'Arabia Saudita di ripercussioni gravi. "Riad pagherà a caro prezzo l'esecuzione dell'iman sciita", ha infatti fatto sapere il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Hossein Ansari Jaber, ricordando che "il governo saudita sostiene i terroristi e i takfiri (sunniti radicali) eseguendo condanne a morte e sopprimendo l'opposizione all'interno del Paese". Anche l'ayatollah Ali Khamenei si è unito al coro di condanne ricordando, in un messaggio su Twitter che "il Risveglio (islamico, ndr) è insopprimibile". Sul sito del leader iraniano si mettono inoltre a confronto l'Arabia Saudita con lo Stato Islamico, suggerendo che entrambi giustiziano i loro oppositori.

Le proteste sono andate avanti tutto il giorno. Decine di sciiti hanno manifestato nel distretto di Qatif, provincia orientale dell'Arabia Saudita, dove manifestanti hanno intonato "giù con Al Saud", il nome della famiglia reale saudita, mentre marciavano dalla casa di al-Nimr nel villaggio di al-Awamiya alla città principale della regione, Qatif.

In Bahrein, La polizia ha dovuto sparare gas lacrimogeni per disperdere le decine di persone che stavano protestando nel villaggio sciita di Abu-Saiba, a ovest della capitale Manama.

In Libano, il gruppo sciita Hezbollah ha condannato l'esecuzione dell'imam definendola un "omicidio". La "vera ragione" dell'esecuzione è stata "che lo sceicco Nimr ha chiesto i diritti per un popolo oppresso", ha fatto sapere Hezbollah in una nota, riferendosi alla minoranza sciita in Arabia Saudita.

In India, centinaia di sciiti hanno manifestato nella provincia settentrionale a maggioranza musulmana del Kashmir, dove l'organizzatore della protesta ha ribadito che le accuse contro al-Nimr erano "infondate".

In Iraq, il primo ministro Haider al-Abadi ha avvertito in un messaggio su Facebook di possibili ripercussioni sull'intera regione dopo l'esecuzione di oggi. "La violazione dei diritti umani porta sempre a ripercussioni sulla sicurezza, la stabilità e il tessuto sociale dei popoli della regione", ha scritto Abadi.

Anche i leader sciiti in Iraq, Kuwait, Libano e Yemen hanno avvertito di possibili rappresaglie, confermando il segnale che i conflitti settari in tutto il Medioriente potrebbero subire un'ulteriore impennata.

Commenti

Carboni oreste

Sab, 02/01/2016 - 21:43

Bene bene bene,anzi no benissimo Che si scannino fra di loro e non rompano gli zebedei al resto del mondo. Un sardo separatista da HK inkazzatissimo x l'invasione di eurabia.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Sab, 02/01/2016 - 21:43

Niente di nuovo sotto il sole in oriente! L'attrito ( chiamiamolo così! ) tra sciti e sunniti dura ormai da più di un millennio e ogni tanto sfocia in episodi più o meno gravi, l'ultimo in ordine di gravità la guerra IRAN/IRAQ di un po' di anni fa. Poi ci sono piccoli ( si fa per dire in proporzione ) avvenimenti come questo appena avvenuto, che possono essere forieri di qualcosa di peggio. Speriamo che non succeda perchè non è più come solo 50 anni fa, un conflitto in quella zona coinvolgerebbe senz'altro magari solo economicamente, anche l'Europa. Se succede saranno cavoli amari!!!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 02/01/2016 - 21:49

La cosa che più dovrebbe allarmarci è la possibilità, neppur tanto remota, che queste beghe per la primogenitura religiosa possano, da un giorno all'altro, trasferirsi in Europa con effetti (pirotecnici) facilmente immaginabili. Per la gioia di quei babbei che su questo forum continuano, imperterriti, a tifare Islam.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 02/01/2016 - 22:00

Che dire, solo mi fa venire in mente un vecchio proverbio Spezino che recita " E IL MERLO DISSE AL CORVO BELIIN TEI NEROOOO"!!! Ovvero l'Iran che applica la pena di morte un giorno SI e l'altro PURE, reclama ai SAUDITI l'uso della pena di morte. E questi sarebbero secondo la nostra PRESIDENTA quelli che ci portano la LORO CULTURA!!!lol lol Pax vobiscum.

Raoul Pontalti

Sab, 02/01/2016 - 22:17

Lo sceicco Nimr al-Nimr è stato assassinato dalla pseudogiustizia saudita per "incitamento alla lotta settaria" (nemmeno terrorismo dunque) a causa del suo appoggio alle rivolte degli sciiti nella parte orientale del regno criminale saudita. Gli sciiti sono vessati peggio dei cristiani dal governo di Riad e gli incarceramenti e persino le esecuzioni per i più fatui motivi si sprecano ormai da decenni. Da rilevare che Riad sostiene con coltre 2.000 soldati il regime tirannico del monarca sunnita del Bahrein il quale letteralmente massacra la maggioranza sciita del suo piccolo regno. Le baionette saudite infilzano gli sciiti del Bahrein mentre gli USA tacciono perché lì hanno una loro base e hanno interessi petroliferi.

Nonlisopporto

Sab, 02/01/2016 - 22:23

vivono nel medioevo o in epoche preistoriche da ignoranti senza cultura, affamati, scannandosi e interpretando versetti satanici a modo loro. si odiano all'interno della loro stessa religione tra sunniti e sciiti e il pd li vuole? in italia?

lorenzovan

Sab, 02/01/2016 - 23:28

altro tentativo dell'asse del male per riaccendere lo scontro occidente-iran...i veri terroristi sono i migliori alleati degli usa...che ergogna per l'ex faro di democrazia...

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Sab, 02/01/2016 - 23:33

La NON scherzano.Le leggi le fanno rispettare.Non come da noi che in nemmeno 24h sono gia liberi.

fisis

Sab, 02/01/2016 - 23:36

Questa maledetta feccia islamica sta infestanti tutto il mondo.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 02/01/2016 - 23:43

Un fatto molto grave. Sarebbe come se in Italia la sinistra condannasse a morte Berlusconi in quanto scomodo avversario politico.

Totonno58

Sab, 02/01/2016 - 23:52

Oltre all'aberrazione che provo per la pena di morte, devo dire che è stato un errore tragico, che temo porterà ancor più tragiche conseguenze...e poi che senso ha uccidere queste persone?!?invece di costringerli a parlare, li si trasforma in eroi da vendicare!!

Nonlisopporto

Dom, 03/01/2016 - 06:40

per caso gli usa cercsnob di destabilizzare anche l'Arabia Saudita??