L'Europa boccia la Francia Passa risoluzione sui rom: no a espulsioni dal Paese

Adottata la risoluzione che censura le politiche
francesi di espulsione dei rom. Il parlamento Ue accoglie la proposta del centrosinistra e sollecita la sospensione delle espulsioni: "Preoccupazione per queste misure"

Strasburgo - L'Europa boccia la Francia e dice "no" alle politiche di rimpatrio dei rom. Questa mattina il Parlamento europeo ha adottato la risoluzione  che censura le politiche francesi di espulsione dei rom presentata dal centrosinistra. "C'è grande preoccupazione per le misure di espulsione prese dalle autorità francesi e di altri paesi nei confronti dei rom", fa sapere il Parlamento europeo che sollecita tali autorità all’immediata sospensione di tutte le espulsioni.

La risoluzione di Strasburgo La risoluzione, presentata da socialisti, liberali, verdi e comunisti, ha ottenuto 337 voti a favore e 245 contro. Il Parlamento si è dichiarato "molto preoccupato per le misure adottate dalle autorità francesi, come da quelle di altri Stati membri nei confronti di rom e nomadi, che prevedono la loro espulsione". La risoluzione adottata chiede a Parigi e alle altre autorità di "sospendere immediatamente tutte le espulsioni". Un’altra risoluzione presentata dalla destra del Partito popolare europeo e dagli euroscettici dell’Ecr (European Conservatives and Reformists), che non condannava la politica francese nei confronti dei rom, è stata bocciata dal Parlamento.