L'ex fidanzata di Adriano svela: "Si è perso, non posso aiutarlo"

L’Inter lo attende ancora di ritorno dal
Brasile, ma il caso di Adriano va ormai al di là delle sue
prestazioni sportive. Joana Machado: "Non ho più la forza di prendermi cura di lui. Sono andata a cercarlo, su richiesta di sua madre che è preoccupata"

L’Inter lo attende ancora di ritorno dal Brasile, ma il caso di Adriano va ormai al di là delle sue prestazioni sportive. A parlare dell’attaccante nerazzurro è oggi la sua ex, Joana Machado, che in un’intervista a O Dia dichiara: "Adriano si è perso, ha bisogno di ritrovarsi, ma io non ho più la forza di prendermi cura di lui. Sono andata diverse volte a cercarlo, su richiesta di sua madre che è preoccupata".

Niente droghe Joana Machado rompe il silenzio. Secondo la stampa brasiliana c’è la rottura tra lei e Adriano dietro la depressione dell’Imperatore e la 28enne ex fidanzata dell’attaccante dell’Inter ha deciso di raccontare a O Dia come stanno le cose. "Adriano si è perso e ha bisogno di ritrovarsi ma io non ho più la forza per prendermi cura di lui", confessa Joana, consapevole del difficile momento che sta attraversando il giocatore, rifugiatosi nella favela dove è cresciuto e dove si troverebbe spesso al fianco di alcuni vecchi amici d’infanzia, ora però trafficanti di droga. "Sono andata lì diverse volte a cercarlo, su richiesta di sua madre che è preoccupata - continua - ma Adriano non fa uso di droghe, la sua unica droga è la birra ma a chi non piace bere una birretta?". Parlando della loro storia, la donna racconta che all’inizio l’attaccante "era molto divertente ma poi, a Milano, ho cominciato a sentire la mancanza dei miei figli che erano rimasti in Brasile", spiega Joana, madre di una bambina di dieci anni e di un bimbo di tre. "Aver lasciato i miei figli per andare a vivere con lui è stata la maggior follia che ho fatto per Adriano mentre lui non ha fatto niente per me, non mi ha rispettato", si sfoga Joana, riferendosi al party organizzato dall’Imperatore nella sua nuova casa di Rio al ritorno in Brasile per gli impegni con la nazionale.

Una festa "indimenticabile" Una festa finita sulle pagine dei giornali, sia per la durata, 12 ore, dalle 17 alle 5 del mattino, sia per gli ospiti, come le modelle Veronica Araujo (vecchia fiamma dello stesso giocatore) e Fabiana Andrade, ma anche il noto transgender Patricia Araujo. "Quando ho saputo che aveva organizzato un party nella casa nuova dove io non ero ancora stata e con quella gente... donne, travestiti... Ho sempre detto che la casa è sacra, non si fa entrare chiunque". La bella brasiliana racconta ancora di aver pianto tanto e di essersi ripromessa di non vederlo più. "Non ho più parlato con lui prima e non so se lo farò ora - prosegue - Si sente smarrito ma non posso prendermi cura di lui, devo pensare ai miei figli. Aveva tutto per essere felice. È ricco, ha una famiglia pulita, è un ragazzone di 27 anni, ma alle volte le persone se lo dimenticano". Joana non è nemmeno stupita che Adriano si sia rifugiato a Vila Cruzeiro. "È lì che si sente una persona normale, lì non ha bisogno di essere l’Imperatore", conclude.