Costume intero, bikini o tankini: cosa scegliere per il mare

Con l'estate in arrivo, è tempo di scegliere il costume da bagno, secondo le proprie esigenze e in base al gusto estetico dei diversi modelli

Mancano pochi giorni all'inizio dell'estate: quale costume da bagno indossare? Nella lotta senza tempo tra costume intero e bikini, si inserisce un contendente, il tankini, che sta prendendo sempre più piede negli ultimi anni, in gran parte a scapito del due pezzi.

Sì, perché il tankini è composto effettivamente da due pezzi, un top che copre la donna fino al punto vita o leggermente oltre, e un "bottom", ossia lo slip, che può essere declinato in diversi modelli, dal perizoma alla culotte. Il tankini in particolare è indicato per chi vuole nascondere delle parti del corpo che non ama molto, come per esempio una pancia coperta dalle smagliature, come accade talvolta per le neomamme, ma non vuole neppure rinunciare alla comodità.

Tutti i costumi da bagno che sono composti da due pezzi infatti sono più comodi del costume intero, in particolare per quelle donne che sono particolarmente prosperose e dalla cosiddetta forma "a clessidra". Tuttavia, il costume intero è considerato più elegante e alcuni modelli possono risultare più sexy del bikini più minimale.

Il modello va scelto secondo il proprio gusto personale ma anche secondo le proprie forme; per fare un esempio, una donna giunonica dovrà indossare un costume o un bikini non imbottito, che invece è consigliato per coloro che sentono bisogno di un particolare sostegno anche al mare. Ci sono donne il cui seno è fuori misura rispetto al resto del corpo e quindi hanno problemi con le proporzioni standard: a loro si consigliano dei costumi che abbiano spalline e legacci interamente regolabili.