Paura di volare? Ecco i trucchi per superarla

L'aereo continua a essere motivo di ansia per molti passeggeri nonostante sia considerato uno dei mezzi più sicuri. Grazie a questi consigli, la paura di volare non sarà più un problema

Le vacanze possono tramutarsi in un vero e proprio incubo per ha paura di volare e deve affrontare un viaggio in aereo: ecco i trucchi per dire addio allo stress e ritrovare la serenità di viaggiare.

Quando si sale a bordo di un aereo, anzitutto non bisogna lasciarsi sopraffare dal panico ma approcciarsi sforzando di utilizzare l’intelletto; la motivazione è molto semplice: la paura di volare è una manifestazione che ha radici irrazionali e per combatterla bisogna concentrarsi sugli aspetti tecnici legati alla dinamica del volo. Dopo l’accelerazione iniziale, indispensabile al velivolo per poter partire e prendere quota, la velocità decresce gradualmente ed è assolutamente normale che lungo il tragitto vi siano vuoti d’aria e turbolenze.

Queste occorrenze possono essere di tre gradi di intensità ma anche le più forti non sono affatto pericolose e sono comunque rarissime, circa una ogni 10 mila ore di volo. La paura va inoltre oggettivizzata: secondo diverse statistiche condotte sul numero di incidenti, la probabilità di incidenti è inferiore ad altri mezzi di trasporto insospettabili come la bicicletta e l’automobile ed è per questo l’aereo è considerato il mezzo di trasporto più sicuro.

Anche il comportamento del passeggero prima e durante il volo può influire: prima del decollo vanno per esempio evitate le bevande eccitanti come il caffè così come non è consigliabile consultare le previsioni del meteo, onde evitare di lasciarsi suggestionare in caso di maltempo. Per quanto riguarda il posto, è meglio sceglierlo centrale, vicino alle uscite di emergenza e preferibilmente lato corridoio per potersi sgranchire le gambe una volta in volo.

In fase di partenza, bisogna agire su sé stessi mantenendo la lucidità e la calma; ci si può rilassare ascoltando della buona musica o distrarsi leggendo un libro; tra le tecniche di rilassamento contro la paura di volare, la respirazione diaframmatica è senza dubbio quella più efficace e facile da realizzare: mantenendo la schiena dritta e il petto in posizione naturale con una mano sul petto e l’altra sul ventre, l’esercizio consiste nell’espandere e nel contrarre lentamente il diaframma per diminuire le tensioni intercostali e rilassare l’addome. E se anche così la paura di volare non passa, bisogna tenere in valigia ansiolitici naturali come i fiori di bach, la camomilla, la valeriana, la melissa e il biancospino dal noto potere rilassante, e godersi il più possibile il viaggio, pensando alla meta di destinazione.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 13/10/2016 - 09:30

egregio Tempesta che belle parole, basta pensare che in caso di caduta sono 3 minuti di superterrore..