L'Inter contro lo spauracchio Sheva Real-Milan, il massimo in Europa

Torna la Champions league con due sfide da segnalare: Inter-Dinamo Kiev domani a San Siro e Real Madrid-Milan mercoledì al Bernabeu. Ecco tutte le cifre e i precedenti delle partite delle italiane, con la sfida di Madrid che fu anche finale di coppa Campioni nel 1958

Domani e dopo torna in campo la Champions league per il terzo turno della fase a gruppi. Quattro, come sempre le squadre italiane impegnate: domani Inter e Fiorentina, mercoledì Milan e Juventus. Partita delicata per i nerazzurri contro la Dinamo Kiev, mentre dopodomani a Madrid va in onda una superclassica come Real-Milan. Questi i ricordi usciti dall'archivio sulle sfide più significative della settimana.
Un solo precedente tra Inter e Dinamo Kiev: la squadra di Shevchenko (autentica bestia nera dell'Inter nei tanti derby giocati a Milano, con 15 reti segnate dall'ucraino) ha giocato a San Siro contro l'Inter nella prima fase della Champions league 2003-04: era il 30 settembre 2003 e finì 2-1 per i nerazzurri con i gol di Adani (23'), Fedorov (34') e Vieri proprio allo scadere (90'). L'Inter di Cuper giocava con Toldo, J.Zanetti, Adani, Cannavaro, Cordoba, Van der Meyde (Helveg), C.Zanetti, Emre, Kily Gonzalez, Martins (Vieri), Cruz (Kallon). Sul fronte opposto Mikhailichenko schierava Shovkovskiy, Dmytrulin (Khatskevich), Peev, Fedorov, Sabilic, Nesmachniy, Ghioane, Diogo Rincon, Leko, Belkevich, Shatskikh (Melashchenko).
Sempre domani va in campo anche la Fiorentina, in una sfida inedita in casa dei campioni magiari del Debrecen. Per la Fiorentina si tratta della terza esperienza della storia in Ungheria: in passato ha vinto in casa dell'Ujpest 1-0 (gol di Bartù) in coppa Coppe 1961-62 e ha perso 4-2 (Stolcz 2, Varsany, Orban; Bestini, De Sisti) sul terreno del Raba Eto sempre in coppa Coppe nel '66-67.
La vera grande classica della due giorni di Champions è però in programma domani sera al Santiago Bernabeu dove si ritrovano Real Madrid e Milan, ovvero le due squadre più titolate d'Europa. Questa sfida storica vanta, tra l'altro, ben 11 precdenti, tra cui la finale di Coppa dei Campioni del 1958 vinta dai madridisti per 3-2 dopo i tempi supplementari con i gol di Di Stefano, Rial e Gento contro quelli rossoneri di Schiaffino e Grillo. A Madrid in particolare le sfide sono state 5 con 4 vittorie dei blancos e un solo pareggio. L'ultima volta risale al 12 marzo 2003, seconda fase di Champions, con la vittoria per 3-1 dei padroni di casa con i gol di Raul (12' e 56') e Guti (85'), mentre per il Milan segnò Rivaldo (81'). Il Real, guidato da Del Bosque, era in campo con Casillas, Michel Salgado, Helguera, Pavon, Roberto Carlos, Flavio Conceiçao, Makelele, Figo, Zidane (Solari), Raul (Portillo) e Ronaldo (Guti). Il Milan - che in quella stagione avrebbe poi vinto la sua sesta Champions - rispondeva con Abbiati, Simic (Nesta), Laursen, Costacurta, Maldini, Dalla Bona (Rui Costa), Ridondo (Pirlo), Seedorf, Brocchi, Rivaldo e Shevchenko. Allenatore: Carlo Ancelotti.
L'unico pareggio rossonero a Madrid è invece del 5 aprile 1989, semifinale di coppa dei Campioni (che poi il Milan avrebbe vinto per la terza volta contro la Steaua). Al Bernabeu finì 1-1 con un gol di Hugo Sanchez al 41' e l'autorete del portiere Buyo al 78' si tiro di Van Basten. Il Real, allenato da Leo Beenhakker giocava con Buyo, Chendo, Tendilo, Michel (Paco Llorente), Sanchis, Gordillo, Butragueno, Scuster, Sanchez, Gallego, Martin Vazquez. Il Milan di Sacchi rispondeva con G.Galli, Bassotti, Maldini, Colombo (Costacurta), Rijkaard, Baresi, Donadoni, Ancelotti, Van Basten, Gullit (Virdis), Evani.
Avversario inedito, infine, anche per la Juventus che riceve a Torino gli israeliani del Maccabi Haifa. L'unico precedente tra i bianconeri e una squadra di Israele è del 2004-05, sempre nella fase a gruppi della Champions, contro un altro Maccabi, quello di Tel Aviv. Allora a Torino finì 1-0, gol di Camoranesi.