L'Inter non si ferma: di nuovo a +7 sulla Juve Genoa, un altro passo verso l'Europa

Cambiasso e Ibra (doppietta) stendono la Reggina. Il Grifone supera l'Udinese e resta saldamente al quarto posto. La Fiorentina vince il derby col Siena grazie a Mutu. In coda, sconfitte per Torino e Bologna. Vola il Chievo: ora è a +6 sulla terzultima

Non si ferma la marcia dell'Inter. Nel pomeriggio della ventinovesima giornata di Serie A, i nerazzurri hanno travolto 3-0 in casa la Reggina, tornando così a +7 sulla Juventus, che ieri sera aveva vinto 4-1 in casa della Roma. Partita in discesa sin dai primissimi minuti quella del Meazza, col gol in apertura di Esteban Cambiasso al 6' e il raddoppio, su rigore, di Zlatan Ibrahimovic al 10'. Ed è lo stesso attaccante svedese, al 58', a chiudere i conti con uno splendido pallonetto di sinistro dal limite.
CORSA CHAMPIONS Botta e risposta Genoa-Fiorentina nella lotta per il quarto posto. I rossoblu soffrono a Marassi con l'Udinese, sconfitta 2-0 coi gol di Giuseppe Sculli al 60' e Diego Milito nell'ultimo minuto di recupero. Vince senza brillare la Fiorentina, 1-0 nel derby col Siena grazie ad Adrian Mutu. La corsa Champions vede il Genoa resistere al quarto posto con 51 punti, due in più dei viola e ben cinque sulla Roma. Avanza in zona Uefa il Cagliari, ora settimo a quota 42, che si impone 1-0 a Bologna grazie a Robert Acquafresca.
SALVEZZA In chiave salvezza continua il momento magico del Chievo Verona, che batte 1-0 in casa il Palermo ed ha ora ben sei punti sulle terzultime, Lecce e Torino. I granata sono stati battuti 3-1 in casa dalla Sampdoria (ancora a segno Giampaolo Pazzini e Antonio Cassano), con la contestazione finale del pubblico dell'Olimpico. Il Lecce agguanta con un rigore di Fabio Caserta in pieno recupero il 2-2 in casa con l'Atalanta. Davanti alla Reggina, sempre ultima a 20, ci sono appunto i pugliesi e il Toro a 24 e il Bologna a 26. Chiude il turno il posticipo delle 20.30: al San Paolo il Napoli di Roberto Donadoni ospita il Milan.