L'inventore del Futurismo diventa un fumetto

Nel centenario del Manifesto futurista, la vita di Marinetti si trasforma in un «graphic novel» firmato da Pablo Echaurrenl

Benvenuti al Bar del Futurismo. Con tanto di tazzina piena di «Caffeina d'Europa». È questo infatti il titolo del primo graphic novel interamente dedicato alla vita di Filippo Tommaso Marinetti. Una biografia anti-passatista dedicata al fondatore del movimento più rivoluzionario del secolo che l'editore Gallucci ha affidato alla matita e ai ricordi di uno scrittore artista che risponde al nome di Pablo Echaurren. Ne è venuto fuori un fumetto avvincende quanto un romanzo o - se preferite - un romanzo leggere come un fumetto. Tutto reso possibile dalla prosa e del tratto saettante e vulcanico di Echaurren, il primo intellettuale a sinistra a riscoprire il Futurismo, negli anni '70, quando quel movimento artistico non era di moda. È anche il più grande collezionista al mondo di libri futuristi. Insieme alla compagna Claudia Salaris, critico d'arte e autrice di opere fondamentali sull'argomento, Pablo è il custode più attento in Italia della eredità vitale dell'unica avanguardia di respiro mondiale del Novecento italiano. Tutto questo è infuso e magistralmente sviluppato nella biografia per tavole del controverso «poeta della velocità» Filippo Tommaso Marinetti. Un fenomeno per alcuni versi adolescenziale, che ha prodotto infinite influenze nell'arte, nella grafica, nella musica, nella pubblicità e nella scrittura dei giorni nostri.
Pablo Echaurren è un artista poliedrico di statura internazionale: pittore, sceneggiatore, scultore, scrittore, ama mescolare le eredità delle avanguardie con i tratti del fumetto. Il risultato ha prodotto tra l'altro (Girotondo) illustrazioni di grande efficacia. Negli ultimi anni è stato consacrato con mostre importanti a Roma (Auditorium) e a Siena (Palazzo delle Papesse) come una delle figure più rappresentative dei nostri anni.