L'Istituto tumori primo ospedale oncologico

L'Istituto nazionale dei tumori riconosciuto come il miglior ospedale oncologico d'Italia. Il ministero della Salute ha presentato i dati prodotti dai 49 Irccs (Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico) italiani nel 2015: tra i primi 13 si distinguono ben 7 ospedali lombardi e tra questi spicca l'Int di via Venezian, primo dei 12 Irccs oncologici.

Al centro del riconoscimento la ricerca scientifica. Negli Irccs infatti le scoperte vengono trasferite velocemente al «letto del paziente», cioè trasformate in interventi efficaci nei percorsi assistenziali che si sviluppano a livello locale, regionale e nazionale. La valutazione del ministero che ha premiato l'Istituto nazionale dei tumori è stilata in base a criteri scientifici - studi e pubblicazioni - e assistenziali. «Questo importante risultato - spiega il direttore scientifico dell'Int Giovanni Apolone - si basa su una serie di attività in ambito assistenziale e di ricerca svolte in tutti gli ambiti oncologici per trattare i principali big killer, quali tumore del polmone, del seno, del colon-retto e della prostata, fino alla cura delle malattie tumorali che, per quanto singolarmente rare, nell'insieme comprendono più del 20 per cento di tutti i nuovi casi in Italia, tra cui i tumori pediatrici per i quali l'Int è centro di rifermento italiano». L'Int è stato inoltre identificato dalla Regione come ente attuatore del prossimo programma della Rete oncologica lombarda ed entrerà nel consorzio europeo Cancer Core Europe, un network di eccellenza che comprende i migliori sette Comprehensive Cancer Center europei. «Nel 2016 - aggiunge il presidente dell'Int Enzo Lucchini - nel nostro istituto sono stati più di 18mila i ricoveri, di cui 4.600 in day hospital, per un totale di 1,2 milioni di prestazioni ambulatoriali; 590 studi clinici che hanno coinvolto quasi 26mila pazienti, di cui circa 2.800 in progetti di natura sperimentale su nuovi farmaci».

RC