L'Italia unita e diversa del Touring club

È stato presentato al Museo del Risorgimento di Milano il nuovo volume per celebrare l'anniversario dei 150 anni dell'unità nazionale

È stato presentato ieri, al Museo del Risorgimento, il volume "Italia unita e diversa", edito dal Touring Club Italiano per celebrare l'anniversario dei 150 anni dell'unità nazionale. "C'è una grande domanda in Italia alla quale bisogna dare una risposta, culturale prima ancora che politica - ha detto l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory -. Mantenere le differenze, ridurre le distanze: questa può essere la chiave di lettura per un'Italia unita e diversa". "Italia unita e diversa" propone, a partire da luoghi-chiave della penisola, un viaggio in Italia nello spazio -- alla scoperta del noto e del meno noto - e nel tempo, analizzando le più importanti trasformazioni avvenute nel corso degli ultimi 150 anni e cogliendo l'occasione per evocare e approfondire aspetti della storia economica, politica, sociale del nostro paese. Una "geografia della memoria" fatta di paesaggi e di eventi, ma anche di rappresentazioni: la letteratura, la pittura e il cinema hanno disegnato infatti un'Italia "memorabile", spesso stereotipata ma proprio per questo di forte tenuta sull'immaginario collettivo, italiano ed estero. Al ricco e selezionato apporto iconografico è stato affidato anche il compito di far emergere il raffronto tra passato e presente, le trasformazioni avvenute o in atto e il fascino della variegata geografia d'Italia, tra bellezze naturali e opere dell'uomo, memoria e tradizioni, valorizzando anche il ruolo svolto dal Touring Club Italiano nella promozione del turismo e di tanti mondi ancora da scoprire. In relazione alle celebrazioni dell'anniversario, un'attenzione particolare è stata riservata al periodo risorgimentale, sia in un capitolo dedicato che nella dettagliata cronologia in chiusura di volume. Il Touring ripercorre, nelle 288 pagine del volume, le specificità di un Paese che ritrova la propria identità e il proprio valore nell'unità di visione delle singole diversità che lo contraddistinguono.