L'ong insiste: "Subito un porto". Salvini: "Sareste già in Spagna"

Proactiva Open Arms insiste: "Dateci un porto sicuro". Ma il ministro Salvini non molla: "In 16 giorni sareste già arrivati a casa vostra in Spagna"

"Un porto sicuro subito". L'ong spagnola Proactiva Open Arms insiste: dopo essere entrata - col placet dei giudici - in acque italiane, la nave che ha bordo 134 migranti continua a chiedere di far sbarcare i naufraghi recuperati nel Mediterraneo.

"Giorno 16", scrivono nel loro "diario" su Twitter, "Il mondo è testimone di quello che hanno dovuto sopportare le 134 persone che attendono di scendere sul ponte della #OpenArms. Solo la mancanza di volontà dei politici che hanno il potere di decidere li separa da un porto sicuro".

Un attacco a tutta l'Europa, ma soprattutto a Matteo Salvini che non ha nessuna intenzione di rinunciare alla politica dei porti chiusi. "Io non mollo", ribadisce sui suoi profili social il ministro dell'Interno rilanciando proprio il tweet della ong. "In 16 giorni sareste già tranquillamente arrivati a casa vostra in Spagna", sottolinea il vicepremier, "Quella delle ong è una battaglia politica, non certo umanitaria, giocata sulla pelle degli immigrati. Vergogna".

Commenti
Ritratto di Walhall

Walhall

Sab, 17/08/2019 - 13:00

"Quella delle ong è una battaglia politica, non certo umanitaria, giocata sulla pelle degli immigrati. Vergogna". Salvini dimentica una cosa fondamentale: "Quella delle ong è una battaglia politica, non certo umanitaria, giocata sulla pelle degli immigrati (modo educato per non dire clandestini) E DEGLI ITALIANI". Comunque le condizioni di queste persone, appena saranno fatte sbarcare, saranno molto peggiori di quelle dei loro Paesi di origine: i marciapiedi, i bivacchi, lo sfruttamento, la criminalità, la prostituzione e l'emarginazione sociale saranno il loro destino. Ma per le sinistre e i loro vips, è un destino equo, civile e progressista, benedetto dal Vaticano, favorito dall'ONU, voluto dalle élites, fintanto che la Cina non lo separi, quando si sarà comprata l'Europa.

giuseppe_s

Sab, 17/08/2019 - 13:12

QUESTA SITUAZIONE SULLE SPALLE DEI CLANDESTINI L'HANNO CREATA QUELLI DELLA ONG. VOGLIONO PIEGARE E FORZARE LA VOLONTA' E LE LEGGI DI UN POPOLO SOVRANO VIOLANDO I NOSTRI CONFINI. L'INTERESSE NAZIONALE E' SUPERIORE AI VARI TRATTATI CHE LORO CITANO MISTIFICAMDONE IL VERO SIGNIFICATO E I FATTI. LA MAGISTRATURA POLITICIZZATA GLI DA' SPONDA CALPESTANDO LA VOLONTA' POLITICA ESPRESSA DA UN MINISTRO ELETTO E CONDIVISA DALLA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI. LA DIFESA DEI CONFINI E' SACRA PER OGNI NAZIONE!

qualunquista?

Sab, 17/08/2019 - 13:21

Il mondo è testimone di quello che hanno dovuto sopportare le 134 persone che attendono di scendere.... se non fossero state ostaggio di "corsari" che li hanno trattenuti e portati lontani dal porto sicuro di Tunisi. Salvini chieda alla Magistratura di indagare "chi" ha effettivamente sequestrato le persone. Perché i casi sono due, o i "migranti" sono stati sequestrati e portati a zonzo nel canale di Sicilia, o hanno rifiutato Tunisi, e quindi semplicemente chiesto un passaggio, con ben altre ipotesi di reato non riguardanti solo il capitano ma tutto l'equipaggio

agosvac

Sab, 17/08/2019 - 13:30

Se avessero realmente a cuore le sorti dei clandestini, pagherebbero le salatissime multe spagnole ed attraccherebbero in un porto spagnolo. Il fatto è che se ne fregano dei fasulli, è solo merce che vale solo se sbarcata in Italia. I fasulli non interessano alle ong se non come merce di scambio per favori politici dall'UE tedesca che se ne frega ancora più di loro se non per danneggiare l'Italia.

venco

Sab, 17/08/2019 - 13:34

In 14 giorni che son fermi potevano sbarcare in Spagna per 14 volte.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 17/08/2019 - 13:41

E ovvio ormai per TUTTI che si tratta di una "battaglia" politica contro Salvini, che se Salvini perdera, gli Italiani con lui perderanno!!! E torneranno i "bei tempi" per le COOP. Pagate Italiani pagate!!!! AUGH.

venco

Sab, 17/08/2019 - 13:44

Si sappi che questi delle Ong abusano delle leggi internazionali del mare, non sono veri naufraghi quelli che "salvano" e nemmeno sono navi di passaggio che devono per forza scaricare nel porto più vicino per proseguire la loro navigazione.

Malacappa

Sab, 17/08/2019 - 14:12

Barcellona e' un porto sicuro

killkoms

Sab, 17/08/2019 - 14:28

potete fare i salvatori solo con il vostro paese!

titina

Sab, 17/08/2019 - 15:33

Visto che molti di loro sono sfruttati in Italia, dichiariamo che l'Italia non è un porto sicuro.

disturbatore

Sab, 17/08/2019 - 15:36

Oramai la battaglia non e´quella di salvare i profughi bensi´quella di crearsi un nome e dettare la storia . Il benestante Nordeuropa vuole gestire ad ogni costo la linea Europea standosene comoda sulla poltrona di casa ed allora gioca a fare salvataggi con il quale sio impone all´opinione pubblica . A pagare le spese di questa politica del Nordeuropa e´il Sud , e´l´Italia soprattutto . La domanda e´come difendersi ? Salvini gioca a viso aperto , forse troppo aperto , con un nemico che gioca a carte coperte non puoi scoprire le tue carte prima. Purtroppo la politica di vertice non ha ancora capitzo in che direzione marcia l´Europa. Non ha capito che il Nord vuole importsi sul Sud , per cui definisce come " Populista " tutto cio´che non puo´sopprimere o assimilare ed in questo la Germania e´molto in gamba

steffff

Sab, 17/08/2019 - 17:36

Non capisco bene. Se uno vuole entrare in casa mia e io gli dico di no, allora lui si siede in strada sperando che io cambi idea, dopo due settimane sono imputabile di sequestro di persona? Ma chi gli impedisce di andarsene per la sua strada?