La lotta all'età comincia da uno snack

Il consiglio «salva-età» più up-to-date? È senz'altro legato all'alimentazione e arriva direttamente dalle pagine del libro La scienza della giovinezza che la giornalista e scrittrice Margherita Enrico ha appena pubblicato: «Gli integratori alimentari e i fitormoni associano in maniera mirata dei nutrienti che «integrano» la dieta, apportando macronutrienti energetici (carboidrati, proteine e grassi) o micronutrienti come vitamine e sali minerali, e stimolando inoltre la produzione di ormoni». Basta allora con pillole e sgradevoli beveroni.
Oggi l'antiaging cambia totalmente volto e diventa un semplice e goloso gesto quotidiano: semplice come addentare uno snack.
Lanciati in Italia su licenza di un'azienda inglese, Bio-AGe Superfood entra nel canale farmacia grazie a Named (www.named.it), azienda che da 25 anni distribuisce integratori innovativi ed efficaci aprendo, di fatto, nuovi mercati e puntando sulla «prevenzione».
Gli snack Bio-Age Superfood sono un mix ricco di componenti e fitoestratti in grado di agire con efficacia sulle tre importantissime leve che ci portano a invecchiare più o meno bene, più o meno velocemente...a partire, appunto, dai 30 anni. Uno snack, dunque, per influire sui livelli di stress ossidativo - grazie alle componenti antiossidanti - sull'equiibrio ormonale - molti non lo sanno, ma sono gli ormoni a segnare il passo delle fasi della nostra vita biologica - e sul metabolismo di trasformazione degli zuccheri e dei grassi in energia, che se non funziona correttamente, apre le porte a diabete, obesità e quindi a invecchiamento precoce.GPav