La Lottomatica convince e batte il Napoli

Marcello Castaldi

Tempo di allenamenti e tornei per il basket laziale: donne e uomini accomunati da stancanti sedute in palestra e dalle amichevoli in calendario, segni che per il momento lasciano davvero ben sperare per la stagione che prenderà il via tra poche settimane. Divise tra A1 e A2, Roma e Rieti a livello maschile, Viterbo e sempre Roma a livello femminile, hanno iniziato a dare prime significative avvisaglie. La Lottomatica Roma, impegnata nel «Memorial Giuseppe Sabetta», ha battuto Napoli (81-71) trovando riscontri positive dal solito Hawkins, da Bodiroga e da Ilievski. Cresce la squadra che attende con ansia l’arrivo di un lungo che dovrebbe essere Mavrokefalidis e quello di un esterno che potrebbe essere invece il giovane serbo Uros Tripkovic. L’arrivo di Repesa, atteso tra una settimana, servirà a risolvere più di una questione: da Ekezie a Moiso. Buone notizie arrivano anche dalla Lega2, dove cresce sempre più la Nsb Rieti impegnata in questo weekend nel «Memorial Boz»: Smith, Melvin, Bonora e coach Lardo stanno lavorando con grande determinazione nel tentativo di dare impulso a una piazza che cerca il ritorno in A1. La vittoria contro l’Armani Jeans Milano per 87-78 è di quelle che lasciano il segno. Una Rieti che ha sempre comandato il gioco, arrivando a condurre nell’ultimo quarto anche di 20 punti. Una crescita ammessa anche da coach Lino Lardo: «Siamo riusciti a essere più reattivi di Milano e abbiamo giocato una buona gara. L’atteggiamento mostrato contro l’Armani dovrà essere lo stesso durante tutta la stagione, così deve giocare la nostra squadra, un gruppo che non deve mollare mai in difesa. Abbiamo fatto tesoro degli errori commessi contro Treviso, e siamo così riusciti a costruire un’importante vittoria contro una grande squadra come Milano». Per il settore femminile, buono il momento della Gescom Viterbo che parteciperà al prossimo torneo di A1: dalla seconda amichevole stagionale sul parquet di Umbertide le viterbesi sono uscite con molte certezze in più, oltre ad alcune indicazioni interessanti sulla stato di forma del gruppo a due settimane di lavoro. Il punteggio finale è stato di 60-40 in favore della Gescom, dopo una partita con diversi errori da ambo le arti, ma con le gialloblù che hanno dimostrato di essere in crescita soprattutto sul piano fisico. A fare la parte del leone è stata Ines Ajanovic, in doppia cifra con 17 punti all’attivo, insieme a Danielle Viglione (12 p.), il cui esordio è stato decisamente positivo. Alla Gescom è arrivata anche Stefanie Blackmon: con l’ala/pivot americana l’organico gialloblù è al completo e potrà iniziare la fase più intensa della preparazione, finalizzata all’esordio in campionato dell’8 ottobre contro la Germano Zama Faenza. Tempo di amichevoli anche per le ragazze del San Raffaele Roma, che insieme alla Gescom Viterbo rappresenteranno il Lazio in serie A1. Nell’amichevole disputata al Palafonte di Roma le ragazze di coach D’Antoni hanno superato brillantemente la Pallacanestro Pozzuoli, team di A2, con il punteggio di 68-38. Le campane hanno tenuto testa alle romane solo nei primi venti minuti subendo alla fine la superiorità tecnica del club capitolino.