L'Uefa squalifica Mourinho per le espulsioni pilotate di Ramos e Alonso

Le decisioni dell'Uefa: due giornate, una con la condizionale, al tecnico portoghese più una multa di 40mila euro. Un turno più 20mila euro di ammenda ai due calciatori. Multa di 120mila euro al Real Madrid.

L'Uefa ha squalificato per due giornate Josè Mourinho in relazione alle espulsioni pilotate ordinate ai suoi giocatori nell'incontro di Champions League vinto la scorsa settimana dal Real Madrid in casa dell'Ajax. Il risultato era sul 4-0 per gli spagnoli, quando Mourinho ordinò a Dudek di informare tramite Casillas, Sergio Ramos e Xabi Alonso che sarebbe stato il caso di farsi infliggere la seconda ammonizione e dunque il rosso, per farsi squalificare nell'ultima ininfluente partita del girone, ripulire la «fedina» ed evitare eventuali squalifiche negli ottavi.
L'Uefa ha anche inflitto una multa di 40 mila euro al portoghese, ritenuto responsabile delle espulsioni a comando nei confronti di Sergio Ramos e Xabi Alonso, che salteranno l'ultima inutile gara del proprio girone con l'Auxerre ma saranno poi regolarmente in campo per gli ottavi di finale. La seconda giornata di squalifica per Mourinho è congelata per un periodo di tre anni: Mourinho, quindi, sarà regolarmente in panchina nella gara di andata degli ottavi di finale.
Alonso e Ramos saranno multati con 20 mila euro, così come Iker Casillas (10 mila euro) e Jerzy Dudek (5 mila), ritenuti colpevoli per aver fatto pervenire il messaggio dalla panchina al campo. L'Uefa ha anche multato il Real Madrid con una multa di 120 mila euro. Le stangate decise dalla disciplinare della confederazione europea cadono all'indomani del 5-0 che il Real Madrid ha subito nell'attesissima sfida di campionato con il Barcellona.