L'ultima dei giapponesi: il pesce rosso trasparente che evita la vivisezione

Un'equipe di ricercatori ha creato un pesce translucido, i cui organi sono visibili dall'esterno. Si potrà acquistare per 75 euro

Sono intelligenti e adorano gli animali più degli altri ma si fanno odiare dal mondo intero perché ancora cacciano le balene. E se le mangiano crude. Sono i giapponesi, popolo indefinibile, spiazzante. L'ultima la dice tutta: recentemente un'equipe di ricercatori giapponesi avrebbe creato un pesce rosso translucido, i cui organi sono visibili dall'esterno. Ciò permetterà di evitare la pratica della vivisezione. «Si può vedere il suo cuore che batte e gli altri organi - ha spiegato Yutaka Tamaru, professore di biologia all'Università di Mie, ricca e fredda cittadina nella parte occidentale del Paese -. La pelle e le scaglie non hanno pigmentazione». Per raggiungere questo risultato, l'equipe del professore Tamaru ha effettuato un numero di esami incrociati su pesci rossi dalla pelle chiara. «Si può vedere il piccolo cervello sopra agli occhi, mentre il pesce nuota tranquillamente nell'acquario», ha aggiunto il professore.
Ma c'è un simpatico precedente. Nel 2007 un'altra equipe giapponese aveva creato una rana trasparente, grazie alla manipolazione genetica di alcune rane albine, appartenenti alla specie delle rane more giapponesi. «Stiamo puntato alla produzione di massa - ha detto Masayuki Sumida, professore dell'Istituto di biologia degli anfibi all'Università di Hiroshima -. Entro il prossimo anno sarà possibile mettere questi animali sul mercato». Girini e rane potranno essere acquistati dai laboratori e dalle scuole, ma anche come animali da compagnia per circa 10mila yen (75 euro). Valli a capire questi giapponesi.