Il lungo benvenuto al PapaDall'aeroporto al Duomo15 chilometri di folla in festa

Alle 17 inizia la visita più lunga di un Pontefice in una città. Lo accoglieranno 15 chilometri di folla in festa fino in centro

Quindici chilometri di bandierine colorate e svolazzanti daranno il benvenuto di Milano oggi al Papa. Prende avvio questo pomeriggio la visita più lunga di un pontefice in una città italiana. La prima visita ufficiale di Benedetto XVI in città. L’ora X scatterà alle 17 a Linate. Qui sarà disposta la temporanea chiusura delle principali vie di accesso all'aeroporto dalle 15.30 alle 18.30. In particolare, verranno chiuse le uscite per Linate sulla Tangenziale est e non sarà possibile accedere da viale Forlanini. Alitalia raccomanda ai passeggeri in partenza con voli nel pomeriggio o nella serata di avviarsi verso l'aeroporto con largo anticipo per raggiungere il terminal in tempo utile. A Linate i primi saluti, quelli ufficiali della città col sindaco Pisapia e le alte autorità. Poi il Pontefice sulla Papamobile sfilerà per le vie di Milano salutando i cittadini milanesi ma anche il milione di famiglie arrivate da tutto il mondo, che scenderanno in strada per partecipare a un evento unico. Fin da stamattina lungo la strada che sarà percorsa dalla Papamobile saranno piazzati i divieti di sosta per le auto. Gran parte del tragitto sarà infatti transennato. Ufficialmente non sono state indicazioni precise sul percorso per questioni di sicurezza. Sono mesi che si tengono riunioni in prefettura con gli enti interessati tra cui la Gendarmeria vaticana. I tombini sono stati tutti sigillati per precauzione e, come ha spiegato il prefetto, saranno impegnate diecimila persone per la sicurezza. Solo oggi pomeriggio in città sono impiegati 1550 vigili. Bisognerà infatti conciliare due aspetti apparentemente opposti: la facilità di accesso a tutti coloro che vorranno salutare il pontefice e garantire la sicurezza della visita. Il Papa infatti raggiungerà piazza Duomo sulla Papamobile percorrendo viale Forlanini, viale Corsica, poi sfilando lungo corso XXII Marzo entrerà in via Larga per approdare poi in piazza Duomo mezz’ora dopo l’arrivo. Sul palco dopo i saluti del sindaco Pisapia e del cardinale Angelo Scola, il Papa pronuncerà il suo discorso. La capienza della piazza, fanno sapere gli organizzatori, sarà ridotta a causa delle transenne e del palco. Ma è stato installato dalla Curia un maxischermo per poter seguire l’evento. Anche il Comune ha sistemato un altro maxischermo in piazza San Fedele dove si potrà seguire a distanza l’evento fin dall’arrivo del Papa a Linate. Al termine, il Pontefice si recherà in Arcivescovado dove resterà fino alle 19.15 per raggiungere dopo il teatro alla Scala.
Durante il pomeriggio verrà chiusa per motivi di ordine pubblico la stazione metrò Duomo M1 e M3 dalle 16,30 circa. Sarà possibile utilizzare le fermate limitrofe di Missori e Montenapoleone sulla M3 o Cordusio e San Babila sulla M1. Saranno, inoltre, possibili altre chiusure temporanee di alcune stazioni. Anche tram e bus subiranno modifiche con inevitabili sospensioni e rallentamenti dalle 16 in poi. Da oggi pomeriggio fino a domenica pomeriggio, sempre per motivi di sicurezza, sarà modificato il capolinea dei tram 15 e 23, che terminano in via Dogana (al capolinea della linea 24) invece di piazza Fontana. In via sperimentale e temporanea il Comune ha autorizzato la liberalizzazione dei turni di servizio taxi, solo nell'ambito urbano, dalle 16 di oggi alle 22 di domenica.
Commenti

cantastorie

Ven, 01/06/2012 - 09:43

..siete sicuri che dall'aeroporto a piazza del Duomo si siano 15 km ?... forse nemmeno la metà....

lorens

Ven, 01/06/2012 - 10:41

E' Il Caso Di Sperperare Tutti Questi Soldi Per Il Papa? Non Sarebbe Meglio In Questi Momenti Difficili Per Tutti E Per Quei Poveri Terrenmotati Rinunciare A Questa Festa Che Non Serbve A Niente,e Devolvere I Soldi A Chi Ne Ha Veramente Bisogno.

mània

Ven, 01/06/2012 - 11:48

accolgo con immensa gioia la venuta del Papa a Milano e invito ad evitare di scrivere fesserie come "festa che non serve a niente " ed altre amenità del genere perchè questa visita sarà certamente una grande festa per tutti i cristiani che si riconoscono in Benedetto XVI e grazie a Dio siamo ancora in tanti e saremo sempre di più nonostante tutte le cattiverie riservate alla nostra religione

Dreamer66

Ven, 01/06/2012 - 11:55

speriamo finisca presto... domani e domenica rischiamo di rimanere bloccati in casa.

Rickyprince

Ven, 01/06/2012 - 11:56

Sentivo alcuni commenti in treno verso Milano (ci lavoro e abito vicino a Bresso, quindi tutte zone interessate) e, francamente, mi hanno lasciato una tristezza infinita. Tutti a criticare, tutti infastiditi dai disagi, qualcuno addirittura sperava che la visita andasse male. Mi chiedo perché tutto questo. Mi chiedo cosa stiamo diventando. Dobbiamo pensare solo a lavorare, pagare tasse e spendere soldi ma non troppi e non in cose troppo ludiche per evitare un accertamento fiscale? Io facevo parte del servizio d'ordine nel 1996 quando Papa Wojtyla venne a Como: fu una festa per tutti, un'attesa spasmodica. E non che mancassero chiusure di strade, deviazioni di percorsi et similia. No, non mi piace per niente e mi rimane ancora più il rammarico di non poter andare a salutare il Santo Padre. Vorrei tanto scappare da questa zona...

Ritratto di Tristano

Tristano

Ven, 01/06/2012 - 12:24

Per "Manìa" e "Rickyprince" Sono comunque convinto che gli oltre 13 milioni di euro che spende il Papa per far visita a Milano sarebbero serviti meglio se devoluti ai terremotati. Se questa visita sarà una "grande festa per tutti" (lo sarà per voi credenti) allora ve la pagate: perché debbono spendere anche soldi miei per una festa che è solo per alcuni (i credenti); non diamo già abbastanza alla Chiesa con l'8 per mille più tutte le esenzioni e le donazioni ? "Rickyprince" dice: "... e mi rimane ancora più il rammarico di non poter andare a salutare il Santo Padre...." e te lo vai a salutare a Roma, con i tuoi soldi.

fossog

Ven, 01/06/2012 - 12:52

Ma che c'entra con la famiglia, cosa ne capisce della famiglia, uno che la famiglia la rifiuta per sutupido diogma ??

voce.nel.deserto

Ven, 01/06/2012 - 12:56

IL papa è buono.Io meno.W il papa e il popolo che lo ha acolto alla faccia delle ****-acce del Partito Democratico!

voce.nel.deserto

Ven, 01/06/2012 - 13:27

Il Papa è buono.Io meno.Se fossi papa sa che farei? (secondo Checco Angiolieri) applicherei lo spoil system all'Istituto Opere Religiose e li caccerei tutti dal Vaticano inibendogli la possibilità di mettervi piede se non convocati.Dopo il caso Calvi Giovanni Paolo II avrebebe voluto libeerarsi dalla marnmaglia,credo. Qualcosa glielo ha impedito.

GilbertoVR

Ven, 01/06/2012 - 13:32

Quanto costa al cittadino italaino e milanese questa manifestazione? non potremmo avere usato quei denari per aiutare le FAMIGLIE terremotate? Di soloto il Vaticano e la Chiesa Cattolica non spende nulla per la sicurezza, per rimborasa i danni ai commercianti che devono vedere ridotti i fatturati in un Sabato festivo, ecc.

paolo gippo

Ven, 01/06/2012 - 13:33

Questa e' l'Italia sana e migliore contrapposta alla feccia sinistra e laicista dei cerebrolesi che seguono, come delle pecore, il verbo dei santoni rossi: santoro,saviano,fazio,littizzettu,dandini,travaglio,floris,vauro......

wiz182selfmade

Ven, 01/06/2012 - 13:44

...mi fa ridere Tristano, se potessimo non far usare i soldi delle nostre tasse in modo in cui non ci sembra idoneo, sarebbe perfetto!!! cominciando magari a non far fare il concertone del primo maggio e devolvere, sia le spese che soprattutto i ricavi che quell'evento, ai lavoratori che han perso il lavoro... magari potremmo anche sgombrare tutti i centri sociali che occupano abusivamente fabbricati e contribuiscono a pagar le tasse... o non dando qualche milione di euro a cattelan per il suo dito ecc

Rickyprince

Ven, 01/06/2012 - 13:44

Ti pareva se non doveva arrivare un commento modello #6 Tristano. Vorrei ricordare che i 13 milioni di euro non sono l'ingaggio del Papa per venire a Milano, ma vengono spesi per l'evento in sé, quindi sono state pagate aziende e lavoratori. Oltretutto, una buona parte vengono spesi proprio dal Vaticano. Poi di cosa stiamo parlando? Un evento del genere si organizza e pianifica in un anno, il terremoto è un fatto di pochi giorni fa: Lei crede davvero che, se ci fosse stata la certezza della data, si sarebbe tenuto comunque l'evento? Il problema, caro Tristano, è l'opposto di quanto Lei dice: non siamo noi a voler imporre la nostra cristianità agli altri, siete Voi che volete costringerci a diventare tutti atei e diffidenti. Allora provi per un attimo a pensare questo: i "Suoi" soldi sono serviti a regalare gioia ad un mucchio di persone. Si chiama solidarietà. Altrimenti perché io dovrei pagare i contributi Inps per la pensione di una persona che non sopporto? E' la stessa cosa...

Ivano66

Ven, 01/06/2012 - 14:14

Festa per tutti i cristiani? Bene, divertitevi, voi che ci credete... Io non sono cristiano e mi piacerebbe vedervi felici, beati e divertiti con i vostri soldi, non con quelli della comunità...

Amon

Ven, 01/06/2012 - 14:19

vorrei ricordare ai fettatidisalamesugliocchi che i 13 milioni spesi dal comune di milano non verranno affatto risarciti dalle spese dei pellegrini per un motivo molto semplice.... I soldi del comune di milano sono nostri i soldi che spendereanno i pellegrini a milano andranno a dei privati. e' talmente semplice che vi fregano sempre...accendete questo cervello ogni tanto ci evitiamo un altro berlusconi per altri 20 anni

Amon

Ven, 01/06/2012 - 14:27

@Ivano66 ti quoto in toto

bha

Ven, 01/06/2012 - 14:55

Cloro Al Clero

Ritratto di GMTubini

GMTubini

Ven, 01/06/2012 - 14:59

Scommettiamo che sul duemillesimo gay-pride o sul concertone del primo maggio a spese del comune gli ateastri non hanno avuto nulla da ridire?! Ma perché fate così schifo?! Avete fatto un corso?!

Ritratto di walter174

walter174

Ven, 01/06/2012 - 15:02

Tutti soldi buttati via, aiutate i terremotati e non spendete tutti quei soldi solo x propaganda. Un vero Papa aiutertebbe i malcapitati nn come questo che pensa solo a farsi propaganda, scusate ma mi sembra propio come un tedesco.........................

lot

Ven, 01/06/2012 - 15:37

Come al solito la gente omaggia chi gli ha creato difficoltà, invece di prenderlo a pedate. Gli islamici e l'invasione d'immigrati incontrollata a Milano è stato il Papa a volerlo assieme a istituzioni governative varie. Adesso, facendo festa la Papa, pensano di riaffermare il cristianesimo da tale invasione di fanatici d'altre fedi. Non riescono a vedere l'evidenza ma solo quello che vogliono vedere. Sei grato al tuo sequestratore perchè ancora non ti ha ammazzato. Il buon senso, ormai, non si sa dove stia.

CiroBZ

Ven, 01/06/2012 - 17:44

Una sola domanda : Ma quanto ci costa a noi contribuenti?? Perche non viaggia una volta a spese sue, invece di farsi mantenere da noi? Classico schifo all'italiana

Massimo Bocci

Ven, 01/06/2012 - 18:44

Per i Milanesi, come i Polacchi di Wojtyla....in una terra infestata da comunisti e non solo,il Papa va ha portare una parola di speranza??? Speranza,ma quale speranza no c'è speranza per un popolo che si castra con le sue mani (schede) dunque Milanesi ciucciatevi i vostri centri sociali, gli zingari,chinatown di venditori abusivi, le moschee,i furti, le rapine,gli stupri,...e pensateci bene la prossima volta prima di buttare un pezzo di carta,....(fate la differenziata) nel l'urna solo le schede utili le altre (quelle rosse) nel cesso.

Ritratto di xulxul

xulxul

Ven, 01/06/2012 - 19:03

Benvenuto Santo Padre tra i suoi figli. Non si curi degli inevitabili latrati di cani rognosi e dei ragli di somari. E neppure dia ascolto al solito disco rotto delle spese dell'evento per nulla a carico della collettività. Semmai sono le partite di calcio e le varie manifestazioni di delinquenti, quelle sì che pesano sull'erario per i danni causati alla collettività. Ormai sono le ultime armi spuntate di povera gente. I milioni di euro già stanziati dalla cei e le collette delle parrocchie pro terremotati non fanno testo. I suoi stolti oppositori non prendono in considerazione i fatti....ma le fole spesso colpevolmente amplificate da media laicisti conniventi.

Roberto Casnati

Ven, 01/06/2012 - 19:22

Il pontefice è venuto a Milano per mettere una "pecetta" alle malefatte di Tettamanzi ed infatti ha prudentemente aspettato che il Tettamanzi andasse in pensione per la sua visita pastorale. A proposito dove era Tettamanzi?

Ritratto di walter174

walter174

Ven, 01/06/2012 - 20:16

#23 xulxul ma quale figli? preti pedofili che lucrano sulle disgrazie e fanno i signorotti con i soldi altrui.........ma va.........

Ritratto di walter174

walter174

Ven, 01/06/2012 - 20:16

#20 lot (2198) - condivido in pieno 100%

Ritratto di xulxul

xulxul

Sab, 02/06/2012 - 00:45

#25 walter174: se non fosse per quel "174", mi verrebbe il dubbio che lei sia parente di Veltroni. Stesso modo di ragionare: lineare, documentato, pensato, non ideologico, nè becero. Un capolavoro di intelligenza, di sagacia, di equilibrio e di obiettività. Un esempio, insomma, del radical chic italiano medio che si inginocchia adorante davanti alla divinità policamente corretto. Grazie, egregio. Con gente come lei l'Italia è davvero migliore, e si vede.